31Dic
2010
La corte del leone

La corte del leone

Volendo un dì conoscereSua grande leonina Maestàa qual razza di sudditigli è dato comandar, ordine dàa tutti i suoi ministridi bandire ai quattro angoli del regnoun grand’editto col regal suo segno. Dicea l’editto che durante un meseil re farebbe gran corte plenariacon feste e luminariae danze della celebre, divina,famosa Marmottina,perché così il paeseprendesse in qualche […]

31Dic
2010
I desideri

I desideri

Nel Mogòl c’è dei follettiabilissimi valletti,che alla casa e all’orto attendono,ma bisogna aver rispettoo scompiglia chi le toccale faccende del folletto. Un di questi folletti in illo temporecoltivava il giardin d’un galantuomoin riva al Gange, e svelto, lieto, amabile,non aveva pensier da quello in fuoride’ suoi padroni e dei suoi cari fiori. Gli zeffiri, che […]

31Dic
2010
La ragazza

La ragazza

Una Ragazza un poco superbiosavolea marito a pattoch’ei fosse bello e giovane e ben fatto,non freddo, non geloso(notate bene questa circostanza),che non fosse scipito e avesse poioltre i denari un gran di nobiltà.Gran Dio! come si fa, ditelo voi,a trovar queste mele sopra un ramo? Eppur a contentar le sue pretesela Sorte fu cortesedi mandarle […]

31Dic
2010
L’airone

L’airone

L’Airon dal lungo collo e dal più lungo becco,che sta su gambe lunghe, a spasso iva nel seccod’un torrentello e a riva;come nei giorni belli erano l’acque chiaree i miei dolci carpioni vedevansi a guizzarecoi lucci in comitiva. Venian tanto dappresso, che avria potuto al solomover del becco, e come se li pigliasse a volo,mangiarseli […]

31Dic
2010
Il topo eremita

Il topo eremita

Racconta una leggenda orïentaleche un certo Topo, sazio ormai del mondo,d’un formaggio d’Olanda a far la vitadi buon romita si ritrasse in fondo,lontano dal mondano carnevale. Ivi era solitudine perfettaper tutto il giro del formaggio, e il Topocoi piè, coi denti seppe tanto fareche poco tempo dopoebbe la sua cucina e una celletta,ove grasso divenne. […]

31Dic
2010
Il mal maritato

Il mal maritato

Se la bellezza andasse ognor congiuntacolla bontà del cor, prometto a Dioche prendo moglie domattina anch’io.Ma il bello e il buono, ahimè! fanno divorziosovente e tanto raresono l’anime belle in care forme,che meglio è tralasciare. Di quanti veggo matrimoni, alcunonon è che mi concilii con Imene,anzi di quattro quarti almen degli uominiche stendono le braccia […]

31Dic
2010
Gli animali malati di peste

Gli animali malati di peste

Un maleterribile, fatale,che il Ciel forse inventòper castigar le colpe della terra,un mal pien di spaventocapace, se va bene,d’empire i cimiteri in un momento,la Peste insomma – dirla pur conviene –faceva agli animali tanta guerra,che morivan colpiti a cento a cento. Nessuno ormai voleacurarsi d’una vita orrida troppo;ogni cibo facea fastidio e groppo,e lupi e […]

31Dic
2010
Alla Signora di Montespan (prologo settimo libro)

Alla Signora di Montespan (prologo settimo libro)

È la Favola un dono degli Dèi,o se mortale fu quei che pel primoil bel dono trovò, ben d’un altareegli è degno e dovrìan tutti i mortalia tanto saggio offrir culto divino. La Favola davver è un dolce incanto,per cui l’anima attenta è fatta schiavadel tenue fil, che col racconto i cuoria piacimento e l’intelletto […]

31Dic
2010
Epilogo al sesto libro

Epilogo al sesto libro

Poniam all’opra un margine. Le cosetroppo lunghe finiscono in serpenti.Più che la penna consumar sul tema,è bello il fiore cogliere dell’arte.Mi si conceda adunque un piccol fiatosì ch’io possa accudir ad altre imprese,ove mi chiama Amor, che di mia vitaè gentile tiranno. Altri mi chiamaa cantar la dolcissima di Psichee mestissima storia e vi consento,sperando […]

31Dic
2010
La vedovella

La vedovella

Non si perde un marito senza piantoe senza grande schianto di sospiri.Ma dopo alcuni giridi sol, col tempo la tristezza volae ancor la vedovella si consola.Dopo un anno la vedova di ierinon ha di triste che i vestiti neri,e se prima facea fuggir la gentecol volto sconsolato,dopo attira più d’uno innamorato. Il morto giace e […]