26Nov
2018

Aisha e il fiore magico

C’era una volta in una casetta in mezzo al bosco una bambina di nome Aisha. Aisha era molto carina: aveva lunghissimi capelli castani, dei grandi occhi verdi che somigliavano a pietre preziose ,una piccola bocca color rosso mela  e delle guance molto paffute. La bambina se ne stava tutto il giorno nella casetta a preparare […]

10Nov
2017

Il Paradiso di Sonia

C’era una volta un piccolo villaggio posto ai piedi di una vallata, era colmo di meravigliosi fiori che lo rendevano profumato e incredibilmente colorato. Nascevano continuamente Lillà, Viole e Non ti scordar di me che inebriavano le narici dei suoi abitanti sempre felici… In una delle strade principali del villaggio era situato un piccolo negozio, […]

06Ott
2017

Il cerbiatto capitombolino

“Miei Cari Grandi e Piccini, dovete sapere che in luogo straordinariamente fiabesco, in un tempo imprecisato, viveva una meravigliosa Fata chiamata “Stella Lou Lou”che quando un bambino toccava la Sua Bacchetta Magica iniziava raccontare una Fiaba. Percorrendo una strada tra radure e boscaglie poco fitte. generalmente a basse altitudini come quasi il nostro Appennino tosco- […]

15Set
2017

Scarpette di cristallo

Nel regno piccolo e grazioso della valle fantasia, Yasmine principessa dei dolci pensieri,  compiva sedici anni. Alla festa di compleanno furono invitate tre fate del regno. Una regalò una rosa bianca “questa è la  rosa della purezza abbi cura di lei,  imparerai il linguaggio dei fiori” dichiarò. La seconda regalò un gatto rosso “abbi cura […]

24Apr
2017

Il libro della fata

Nel boschetto regna il silenzio, Topazio, l’allieva di madrina ha un compito importante per gli elfi: narrare. “Madre” chiede la giovane fata, “cosa devo narrare?” “I piccoli elfi non conoscono il bosco”, spiega Madrina “e tu hai l’importante compito di leggere fiabe perché imparino” “Una fiaba per insegnare?” chiede ancora Topazio. “Sì cara, non sempre […]

02Gen
2017

La cerbiatta fatata

Il vento soffiava più gelido quella notte, o almeno così sembrava a Tobias. Si avvolse ancora più stretta attorno al corpo la coperta di lana, cambiando posizione nel letto freddo. Rannicchiandosi ancor più su sé stesso, cercò di mettere le mani sotto il cuscino nel vano tentativo di scaldarle. Esasperato dallo scarso successo del tentativo […]

Page 1 of 8