31Dic
2010
I vantaggi del sapere

I vantaggi del sapere

Un uomo ricco, un asinaccio ritto,soleva dire a un suo vicin stracciato(e stracciato vuol dire letterato)che il ricco sol di vivere ha diritto. – Al ricco deve fare di cappello, –ei ripeteva, – ogni fedel corbello,non sol, ma è giusto che gli faccia onoreil dotto, il pensatore e il professore. Costor con tutto il leggere […]

31Dic
2010
Il bascià e il mercante

Il bascià e il mercante

Col segreto favor d’un gran Bascià,in orïente un greco Mercatantefaceva affari d’oro, e poi che costacara d’un alto protettor la grazia,pagava il protettor non da mercantema da bascià… Ma paga e paga e paga,a lungo andar questo pagar rincrebbeal nostro greco, e sen dolea, dicendodi non poterne più, quando tre turchis’offriron di concedergli favorea meno […]

31Dic
2010
L’asino e il cane

L’asino e il cane

L’Asinello, che in fondo è un animaledi buon cuore, una volta s’impuntòe contro ad ogni legge naturalea un amico un servigio rifiutò. Il caso avvenne un dì che a capo basso,senza pensare a nulla, in compagniadel Cane e del padrone se ne gìaper la sua nota strada passo passo. Un certo istante, giunto ad un […]

31Dic
2010
L’oroscopo

L’oroscopo

Il tuo destin per quella stessa viaper cui lo fuggi a te corre d’incontro. Un padre di sì caldo e intenso affettoamava un suo figliuol unico in terra,che sulla sorte sua quanti indovinie sonnambuli vanno per la via,facea cantar.Uno di questi un giornoannuncia che doveva il giovinettofino ai vent’anni andar molto guardingodall’incontrar leoni, oltre il […]

31Dic
2010
Esequie alla leonessa

Esequie alla leonessa

Il giorno che morì la principessa,o Leonessa, accorsero i dolentia far al re quei mesti complimenti,che sono sul dolor buonamisuranei giorni di sciagura. Fissato il luogo e il dì, volle il Leoneche i suoi ministri attentisorvegliasser la lunga processione.Grande il concorso fu. Dentro la grottache serve al re Leon di cattedrale,ogni animale, ognun a modo […]

31Dic
2010
Tirsi e amaranto

Tirsi e amaranto

(Alla signorina De Sillery) Se il Boccaccio mi tolse un giorno al dolceEsopo mio, novella ecco mi togliead entrambi una Musa assai gentile,che alla fonte natia mi riconduce.Come dire di no, quando divinaè la musa e di tal beltà vestita,che sui cuori sovrana alza lo scettro?Or sappia il mondo che a cantar mi traggeancora messer […]

31Dic
2010
Il porco, la capra e il montone

Il porco, la capra e il montone

Una Capra, un Monton e un Porco grasso,sopra un sol carro andavano alla fiera,e, se la storia è vera,non andavano, sembra, per ispasso,né sembra che il padrone anche volessecondurli al teatrin dei burattini,ma venderli e pigliare dei quattrini. Il sor Porcello non faceva intantoche gridar sulla strada, ed eran strillida rendere balordoun uomo sordo.– O […]

31Dic
2010
I due amici

I due amici

Due buoni Amici c’erano al Chilìsimbol dell’amicizia più cortese.I buoni amici sono in quel paesecome quelli del nostro o giù di lì. Una notte, traendo essi profittodell’assenza del sol, dormivan sodo.Allor che trabuffatoun s’alza e corre drittoa risvegliar l’amico addormentato. Dormivan tutti in quella casa. Al chiassobalzano i servi e corrono coi lumi,anche il padron […]

31Dic
2010
orso-giardiniere

L’orso e il giardiniere

Un Orsacchiotto assai mal pettinato,selvatico cresceva in fondo a un bosco,solo, nascosto, sempre torvo e fosco,in collera col fato. Novel Bellerofonte, l’umor neros’univa a una tremenda ipocondria,perché solo la buona compagniatien ilare il pensiero. Un bel parlar non vale un bel tacere,sta scritto, ma bisogna discrezione,ed in quel bosco un uomo, un can barbonenon si […]