31Dic
2010
I due avventurieri e il talismano

I due avventurieri e il talismano

Alcide, il forte eroe, Alcide che rivalinon ebbe mai fra gli uomini e men fra gli animali,mostrò co’ suoi sudoriche dell’onor la strada non è sparsa di fiori. E lo provò quell’arabo, che con un Talismanoiva a cercar fortuna in un paese strano,un dì che in compagniad’un camerata giunse a capo d’una via. Sopra un […]

31Dic
2010
La leonessa e l’orsa

La leonessa e l’orsa

Un cacciator avea tolto alla mammaLeonessa il suo piccolo leone,e la povera bestia iva mugghiando,empiendo l’aria e il boscodi compassione.Non la pace notturna e l’aer fosco,non i notturni incantipotean frenare gli ululati e i pianti. N’aveva il sonno rotto ogni animale,finché l’Orsa gridò: – Buona comare,scusate, o che vi pareche anch’essi non avessero parentiquei poveri […]

31Dic
2010
I due pappagalli, il re e suo figlio

I due pappagalli, il re e suo figlio

Due Pappagalli, padre e figlio, a tavolaogni giorno sedevano d’un Re,e figlio e padre, i principi, li amavanod’un amore che al mondo ugual non c’è. I due padri legati in amiciziavecchia si compiacevan di vederi figli, che malgrado l’età frivola,vivevan sempre insieme con piacer. Nutriti insieme, a scuola insieme andavano,e per l’uccel non era un […]

31Dic
2010
I pesci e il pastore

I pesci e il pastore

Con voci e con accordiche avrian commossi i sordi,Tirsi l’amore della sua dilettaunica Annettain riva a un fiumicel, almo soggiornod’ogni auretta gentil, cantava un giorno. Annetta intanto in riva al fiumicellogettava l’amo ai pesci, ma costorosen ivano bel bellopei fatti loro.Credette a torto il bravo Pastorellocol suon, che avria commosso anche i leoni,di muovere i […]

31Dic
2010
Il pastore e il re

Il pastore e il re

A due maligni spiriti il mortaleoffre l’incenso e mette in lor balìala vita e il cor, onde Ragion si parteda casa nostra. Vuoi saperne il nome?Ambizïon, Amor, ecco i diavoliche fan del viver nostro aspro governo.Quella, potente più d’Amor, distendeampio il dominio, e dell’Amor fin anco,come vo’ dimostrar, usurpa il trono. Narra una storia del […]

31Dic
2010
Il cane dalle orecchie mozze

Il cane dalle orecchie mozze

– Che ho fatto, oh ciel, che ho fattoper meritarmi quest’orrendo oltraggio?E come avrò il coraggiodi comparir dimanicosì conciato in faccia agli altri cani?Uomo, non re, terror degli animali,oh se provassi questi orrendi mali! –Così dicea Muflàr, giovine alano,mentre il padron colla feroce mano,senza ascoltar i gridi di protesta,mozzavagli le orecchie sulla testa. Muflàr credé […]

31Dic
2010
La pernice e i galli

La pernice e i galli

In mezzo a una tribù di turbolentiGalli incivili, rozzi, e violenti,sempre in lite fra lor, una Pernicevivea poco felice. L’essere donna in mezzo a cavalieripronti all’amor, un po’ di civiltàle faceva sperar, oltre ai doveried ai riguardi d’ospitalità. Ma questa razza bellicosa e spessoin furia, non avea pel gentil sessoil culto e le maniere,che si […]

31Dic
2010
Il ragno e la rondine

Il ragno e la rondine

– O Giove, che dal tuo cervel traestiper un nuovo miracol di Lucinala dea Minerva, mia rivale antica, –così diceva il Ragno una mattina, –per una volta, o Giove, ascolta i mestimiei gridi contro una fatal nemica. La Rondinella, – aggiunse l’insolente, –per l’aria svolazzando, agile togliequant’io raduno in casa e sulle soglie.Squarcia le reti […]

31Dic
2010
Il lupo e i pastori

Il lupo e i pastori

Un giorno un Lupo pien d’umanità(se alcun ve n’ha)crudele sì, ma per necessità,fece una riflessione assai severasul suo brutto carattere di fiera. – Ognun, – diss’egli, – ognuno mi vuol male,e cani e cacciatori e villanzonicongiuran contro un povero animalee innalzan orazionia Giove che lo cacci dalla terra,come si sa che ha fatto in Inghilterra. […]

31Dic
2010
L’avaro e il suo compare

L’avaro e il suo compare

Per l’ignoranza grassa ch’è compagnadell’avarizia, un pidocchioso Avaro,non sapendo ove mettere il denaroche ogni giorno sul vivere sparagna,di nasconderlo pensa in un cantone,dicendone a un compare la ragione: – La roba tenta, e se io la tengo presso,questo denar potrebbe finir male.Goderlo è un rovinare il capitaleed io divento il ladro di me stesso.– Il […]