08Mag
2017

Insalata di frutta

Fiaba di: Licia Calderaro

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta, in un mercatino esotico, tanta bella frutta. Posta in diversi cestini di vimini, era molto maestosa a vedersi e aveva tutta l’aria di essere molto appetitosa. C’era chi adorava le fragole, chi amava la polpa rossa e succosa della ciliegia, chi apprezzava il rivestimento impermeabile della banana, chi la pelle morbida e liscia della pesca, chi faceva a gara a picchiettare con la mano la dura buccia verde dell’anguria, e a gustarne una sua fetta rosata e zuccherina. Insomma, ogni frutto poteva considerarsi orgoglioso e fiero di sé, tranne una: l’arancia.

Purtroppo , l’arancia era l’unica ad essere scartata da tutti. Eppure era molto bella con la sua scorza arancione. Tuttavia succedeva spesso che mentre la sbucciavano, lentamente i suoi spicchi color del sole uscivano allo scoperto insieme a della pellicina bianca ed il suo odore forte e agre faceva storcere il naso a chiunque. Pur contenendo vitamina C, nessuno voleva saperne di lei. Cosa si poteva fare?

“Ho un’idea!” esclamò il fruttivendolo.

Raccolse tutta la sua frutta, compresa l’arancia, e cominciò a tagliarla a pezzettini in una ciotola. La folla, si volse a guardare il fruttivendolo e incuriositi scrutarono vicino alla bancarella ciò che stava facendo. Non era ancora ben chiaro, fino a quando non videro il fruttivendolo tagliare a metà l’arancia e spremerla su ciò che aveva appena preparato.

“Venite signori, venite” disse il fruttivendolo “ho preparato per voi una cosa buona e sfiziosa, venite ad assaggiarla.”

Subito si accalcarono in massa e scoprirono che quell’intruglio misto era davvero molto gustoso, tanto da avergli posto il nome insalata di frutta.

“Ma no” replicò il fruttivendolo sorridendo “io ho un nome migliore, la chiameremo macedonia.”

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti