31Dic
2010
Il sole e il vento

Il sole e il vento

In autunno si sa che pazzo è il tempo,ora piove, ora è bello, or splende il sole,or distende la bella Iride il lembodel suo vestito, avviso a chi viaggiadi portarsi per strada un buon mantello.Balzana nominarono gli antichiuna stagion siffatta, in cui mai troppele previdenze son del pellegrino. Un di questi era uscito un giorno […]

31Dic
2010
Il leone e il cacciatore

Il leone e il cacciatore

Un certo tal, gran cacciator e appuntogran vantator (racconta il vecchio Babria)avea perduto un suo diletto cane.Dubitando ch’ei fosse ito dirittonella pancia a un leon, volea vendetta.Un giorno chiese ad un pastor: – E dovesen sta la mala bestia? io vo’ la codamozzarle. – Abita là sulla montagna, –disse il pastor. – Ahimè! lo so […]

31Dic
2010
Il pastore e il leone

Il pastore e il leone

Le favole non son soltanto favole,ma quasi una moral sono ristretta.Coloro che s’annoiano alla predicaascoltan di buon cuor la barzelletta. Contare per contar è cosa semplice,ma al ben mirano quei, che in tutti i tempicoltivaron quest’arte antica e classicadi raccontar aneddoti ed esempi. Questi in poche parole il succo stringonoe diritti camminano allo scopo.Fedro parve […]

31Dic
2010
L’asino vestito della pelle del leone

L’asino vestito della pelle del leone

Un Asino, sebben asino tondo,vestito della pelle del Leone,il terror divenuto era del mondo. Ma gli sbucò un orecchio e bastò questoper svergognar quell’animal poltrone;mastro bastone poi faceva il resto. Vedendo che Martino,il mugnaio, menava al suo molinoi leoni, stupì naturalmenteper via tutta la gente. C’è in Francia e c’è in Italia dei messeri,che tornan […]

31Dic
2010
L’orso e i due compari

L’orso e i due compari

Ad un vicin mercato due Compari,a corto di denari,vendettero d’un grande Orso la pelle,d’un Orso, ben inteso,che non aveano ucciso ancor né preso. A sentirli, degli orsi era il campione,e la pelle soltanto una fortunada foderar non una,ma due zimarre contro il più ribellefreddo della stagione. Prometton che in due dì saranno prontila pelle a […]

31Dic
2010
Il leone che va alla guerra

Il leone che va alla guerra

Volendo Re Leon scendere in guerra,dirama un bando a tutti gli animali,che vengan da ogni parte della terraciascun nelle sue fogge naturali. L’elefante, oltre al combattere,a portar l’artiglieriae i foraggi è valentissimo.Gran maestra in strategiaè la volpe, e sa la scimiail nemico gabellar,salta l’orso ed è terribilele fortezze ad assaltar. Volevano i ministri mandar viagli […]

31Dic
2010
L’aquila e il gufo

L’aquila e il gufo

L’Aquila e il Gufo un dì, fatta la pacee scambiato l’amplesso,l’una giurò, parola di regina,e giurò l’altro in fe’ di barbagianni,che non avriano a’ danni e alla rovinade’ figli loro congiurato mai. – Conosci i figli miei? – chiese l’uccellocaro a Minerva. – Io no. – Or temo, se distinguerli non sai,che tu ne faccia […]

31Dic
2010
La lepre e la pernice

La lepre e la pernice

Delle disgrazie altrui fa’ di non rider mai,perché chi t’assicurache sempre fortunato nel mondo esser potrai? Ciò ben dimostra in variesue favolette Esopo,e questa ancor ch’io recitomira diritta a non diverso scopo. Vivea la Lepre nello stesso campocolla Pernice i giorni suoi beati,quando un branco di cani scatenaticostrinser quella a chiedere uno scamponella sua tana […]

31Dic
2010
Il serpente e la lima

Il serpente e la lima

Vicino a un oriolaioabitava, raccontano, un serpente(incomodo vicino certamente),che in bottega un bel dì dalla finestraper desinare entrò.Ma non trovando nulla,né cacio né minestra,a rodere una lima cominciò. – Che cosa credi, o bestia, ora di fare? –disse la Lima a lui tranquillamente,– una lima di ferro rosicchiare?O piccolo animal senza cervello,prima che tu di […]

31Dic
2010
Il cervo e la vite

Il cervo e la vite

All’ombra d’una vite alta e frondosa,come crescon soventenei caldi climi, un Cervo, spinto in caccia,timido si accovaccia.E nella selva delle foglie spessepoté salvar la pelle sua preziosa. I cacciatori chiaman dalla tracciai mesti cani, ma la bestia ingratanon si mette a brucar la sua benevolabenefattrice come un’insalata? E mal per lui! ché allo stormir ritornanoi […]