natale
natale_line_2
icon_rssicon_facebookicon_twitter

Fiabe e favole antiche e moderne

per conoscere le tradizioni e scoprire la realtà con la fantasia

La struttura delle fiabe e delle favole permette di affrontare i più svariati argomenti sfruttando la materia dei sogni, dei desideri e delle emozioni; senza barriere. Le fiabe e le favole per bambini - grandi e piccini - regalano mille emozioni ad ogni lettore. Raccontaci la tua fiaba

"Io credo questo: le fiabe sono vere, sono, prese tutte insieme, nella loro sempre ripetuta e sempre varia casistica di vicende umane, una spiegazione generale della vita, nata in tempi remoti e serbata nel lento ruminio delle coscienze contadine fino a noi; sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna". (Italo Calvino).

Scarica le applicazioni ufficiali gratuite di "Ti racconto una fiaba"

GooglePlayBadge Available_on_the_App_Store_Badge_US-UK_135x40_0824

Segnala agli amici

La pagina ufficiale su Facebook:
"Ti racconto una fiaba"



Segnala il sito su Google+1:

Link sponsorizzati

Il nostro copyright

Dove non diversamente indicato, alle opere presenti su questo sito, si applica la licenza Creative Commons seguente:

cc

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate. Per informazioni clicca qui.

Who's Online

 717 visitatori e 1 utente online

babbo-natale-terra-pinguiniNei giorni che precedono il Natale, molti bambini attendono fiduciosi che la tanto sospirata festa giunga al più presto. Babbo Natale si prepara a riempire la slitta di tanti doni, dopo aver selezionato le richieste di ognuno chiude la saracinesca dell’immenso magazzino, prepara il cibo per le renne e per non incorrere ad inutili imprevisti si serve della nuova tecnologia; il navigatore satellitare.

Come un portento sfreccia veloce verso il cielo, per poi posizionarsi nella giusta direzione. Tuttavia lungo il tragitto accade che, Babbo Natale stanco del lavoro sostenuto si addormenta e non s’avvede che il veicolo si posiziona in tutt’altra direzione, esso avanza dritto verso un'ampia altura ricoperta da una coltre neve.

Babbo Natale destandosi di soprassalto si avvede dell’imminente pericolo, in tempo riesce a deviare la slitta evitando così di andare a sbattere contro una  parete di ghiaccio.

Con cautela cerca d'atterrare su una piccola superficie, non riuscendo però ad evitare l'impatto al suolo, danneggiando così la slitta, poi l'uomo si guarda attorno un po' confuso ed esclama: "Ma Dove sono finito?"

Leggi tutto...

famiglia-chiaviC'era una volta....

un bel mazzo di chiavi appeso a una gran bella serratura bronzata. Quest'ultima impreziosiva una imponente porta di legno massello, tutta intarsiata e con la maniglia di ottone.

Il mazzo di chiavi, nel tempo, come capita a tutte le famiglie, era cresciuto e si era ampliato.

C'era la chiave della porta, il capofamiglia, e la chiave della cantina, la madre.

Poi c'era la chiave dell'auto, il figlio maggiore, e la chiave della cassetta postale, la figlia minore.

Tutti assieme formavano una gran bella e unita famiglia - da sempre essa viveva felice e da sempre non aveva mai avuto grattacapi.

Ma come accade in tutte le famiglie, un bel dì, il problema bussò alla porta: la figlia minore, inserendosi nella serratura della cassetta postale, nel modo di aprire quest'ultima, si piegò in due - che gran dolore che ebbe mamma chiave!

Leggi tutto...

filastrocca-mesi-audioFilastrocca popolare

Clicca su "Leggi tutto" per ascoltare la fiaba di Alessandra.

Leggi tutto...

famiglia-mazzo-fioriVogliamo confezionare
con le nostre mani
un bellissimo
mazzo di fiori?
Ok... Ma...
al posto dei fiori
prenderemo a prestito
le bellezze della natura

per la carta da regalo ci basta
un pò di cielo azzurro

Leggi tutto...

cosa-straordinariaMartedì mattina è successa una cosa straordinaria.

Mentino, l'elfo di babbo Natale, entra in fabbrica come tutti i giorni e inizia il suo lavoro.

Si occupa di dipingere i giocattoli e quella mattina dipinge un pallone gigante di rosso.

Questo pallone è così bello che Babbo Natale premia Mentino con una medaglia e tre giorni di ferie.

Però Mentino , a casa non sa che cosa fare, così va di nascosto in fabbrica.

Arriva Babbo Natale , lo scopre e gli chiede meravigliato : " Che cosa ci fai qui?"

Leggi tutto...

mentino-fabbrica-babbo-nataleC'era una volta un elfo che si chiamava Mentino. Un giorno, andando a lavorare, dentro a una galleria, incontrò quattro amici.

Li invitò a lavorare con lui, nella fabbrica di babbo Natale, piena di giochi.

Arrivati da Babbo Natale, si presentarono e lui disse loro: " Benvenuti!!! Ah ah ah ah ! Sono contento di avervi qui, perché ci sono tanti regali da impacchettare. Mi serve proprio la vostra mano."

Subito incominciarono a lavorare tutti insieme.

Genius inventava i giochi, Mentino li colorava, Fibbia li incartava, Tintinno li metteva sulla slitta, mentre Nevolo, intanto, spalava la neve per aprire la strada alla slitta.

Mentre lavoravano, Babbo Natale pensava fra sé: " Sono davvero fortunato quest'anno ad avere cinque nuovi aiutanti."

Leggi tutto...

anno-piccolino-anno-vecchioAnno nuovo
come sei
piccolo
giovane giovane
e birichino
non sai nulla
ancora
cosa devi fare

Leggi tutto...

brutto-anatroccolo-audioTratto dalla fiaba di Hans Christian Andersen.

L'estate era iniziata; i campi agitavano le loro spighe dorate, mentre il fieno tagliato profumava la campagna.

In un luogo appartato, nascosta da fitti cespugli vicini ad un laghetto, mamma anatra aveva iniziato la nuova cova.

Siccome riceveva pochissime visite, il tempo le passava molto lentamente ed era impaziente di vedere uscire dal guscio la propria prole… finalmente, uno dopo l'altro, i gusci scricchiolarono e lasciarono uscire alcuni adorabili anatroccoli gialli.

Clicca su "Leggi tutto" per ascoltare l'audio fiaba.

Leggi tutto...

pupazzo-neveSi avvicinava il Natale Desirè e Lusy due piccole sorelle, non stavano più nella pelle. Abitavano in una piccola casa di campagna alle porte della città, nell'aria si respirava già il profumo della festa, felici dalla finestra osservavano il piccolo giardino ricoperto da una coltre di neve.

"Cosa ne pensi se al centro creassimo un bel pupazzo di neve?" chiese Desirè alla sorella.

"Sarebbe meraviglioso, ammise entusiasta Lusy, potremo così festeggiare il Natale in compagnia".

Così poco dopo, le due sorelle cominciarono a costruire il pupazzo, formarono prima la base poi posarono la testa e con dei piccoli bottoni realizzarono gli occhi, con una carota il naso, e per definire la bocca usarono le bucce d'una mela.

Leggi tutto...

nome-nienteMi piacerebbe iniziare questa fiaba con la classica frase "C'era una volta .....", ma purtroppo non è così.

Una volta non c'era niente e non c'era neanche il tempo. Non c'era il mondo, non c'era il sole, non c'era il cielo, non c'era la luce e non c'era la notte: c'era solo il niente. Un giorno, però, questo "niente" decise di non voler più vivere in questo modo: aveva bisogno di qualcosa che fosse diverso da quello era e così cominciò a pensare:

"Che cosa potrei volere ?" si disse tra sè e sè (.... e nemmeno ad alta voce, perchè la voce non c'era).

"Mi sto davvero annoiando!!" e senza sapere nemmeno da quanto  (.... perchè non esisteva il tempo).

Dopo tante domande e tanti ripensamenti, il "niente" decise di darsi un nome:

Leggi tutto...