27Gen
2017

Il sentiero magico

Fiaba di: Nonno Frank

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Gianni, Paolo e Marco giocavano tirandosi la palla nel prato ai piedi della collina.

Marco ad un certo punto disse ” sono stanco di giocare a questo stupido gioco da bambini , vado a fare un giro sulla collina ” e si diresse verso il sentiero che saliva.

Gianni e Paolo continuarono a giocare senza dar troppo peso alle parole dell’amico.

Marco mentre saliva diceva tra se ” non voglio più essere un bambinetto che gioca con la palla …voglio diventare grande!”

Il bambino non sapeva che quello era un sentiero magico che esaudiva i desideri quando erano chiesti con tanta passione.

Infatti dopo poco cominciò a sentire che la maglietta gli si stringeva sul corpo , salì ancora e si accorse che anche le scarpe cominciavano a fargli male , tanto che dopo una decina di metri fu costretto a levarsele.

Più saliva e più il suo corpo diventava grande , si levò la maglietta e si sedette su di un sasso e si sorprese nel vedere come erano diventati grandi i piedi e le mani .

Voleva diventare grande e il sentiero lo aveva esaudito , guardò verso il prato dove Gianni e Paolo giocavano allegramente con la palla e fu preso da una grande tristezza nel non essere più con loro.

Afferrò scarpe e maglietta e cominciò a correre verso il prato . Man mano che scendeva il suo corpo ritornava quello di prima , perché il sentiero essendo magico, esaudiva sempre i desideri importanti.

Arrivato in prossimità del prato si infilò scarpe e maglietta e correndo gridò ” aspettatemi torno a giocare anche io ” E dentro di se pensò ” c’è tempo per diventare grande !”

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti