02Mag
2016

Sole e Nuvola

Fiaba di: Geremina Leva

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

– Buongiorno mondo! – dice il Sole mentre la terra si stiracchia.
Il Sole non vede l’ora che la terra si svegli perchè gli piace stare in compagnia. Poi però tutti hanno qualcosa da fare e nessuno può restare a giocare con lui.
– Non vedo l’ora che arrivino le vacanze estive, allora sì che staranno tutti con me ad abbronzarsi – dice.
Ma oggi è un giorno diverso perchè girando un po’ lo sguardo, Sole si accorge che c’è qualcuno. Si tratta di una candida Nuvola che è arrivata dal mondo dei vapori e gli si è messa a fianco.Da principio, Sole sembra infastidito:
– Ehi! Se ti metti davanti non mi fai vedere niente – si lamenta.
Ma Nuvola non ha affatto intenzione di disturbarlo:
– Oh scusami Sole, ma sai, sono così leggera che basta un soffio di vento per farmi andare di quà e di là. Cercherò di stare attenta.
E così i due fanno amicizia e quella che sembrava una noiosissima giornata si trasforma in una divertente scorrazzata tra amici.
Infatti Sole e Nuvola insieme sono dei gran giocherelloni. Si divertono a nascondersi l’uno dietro l’altro, così il cielo appare prima sereno e subito dopo nuvoloso.
Prendono poi di mira Mino e Tino che cercano di convincere la mamma a farli scendere in giardino.
– No e poi no! mi sono appena affacciata e sta per piovere. In giardino non si può andare – dice la mamma mentre prepara la maionese.
E Mino e Tino col naso all’insù fuori dalla finestra: – Ma no mamma guarda, il cielo adesso è blu!

E così anche zia Cristofora aspetta di stendere il bucato, ma entra ed esce dal terrazzo vedendo ora sole ora nuvole ora sole ora nuvole.

Arriva intanto la fine del giorno e la terra si prepara a dormire. Sole e Nuvola tra una risata e l’altra, devono salutarsi.
– Ti troverò domani amica Nuvola?
– Si, penso proprio che mi fermerò qui stanotte
– Che bello, a domani allora!
E la terra si addormenta.

All’alba del giorno dopo, ecco Sole comparire tutto contento:
– Amica Nuvola, amica Nuvola – chiama – Sono tornato e potremo giocare insieme anche oggi.
Ma Nuvola non risponde e non si vede nessuno fino all’orizzonte.
– Oh mi avevi detto che saresti rimasta! – dice deluso Sole e abbassa lo sguardo.
Vede allora Mino e Tino giocare allegramente in giardino. Oggi la mamma non ha proprio potuto dir di no tanto il cielo è blu, ma affacciandosi dice:
– Mi raccomando non andate nelle pozzanghere, altrimenti rientrando, sporcherete tutti i pavimenti di fango.

Eh già, durante la notte è piovuto.
– Un momento! ecco perché non c’è Nuvola – esclama Sole – Stanotte si è trasformata in pioggia! Sapete allora cosa farò? Brillerò più forte così la pioggia caduta nella notte potrà trasformarsi di nuovo in vapore e diventare nuvola. Allora sì che incontrerò di nuovo la mia cara amica. Che bello!
E detto questo, Sole prende a splendere come un fuoco d’artificio mentre un bellissimo arcobaleno viene a fargli compagnia.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti