06Ott
2017

Il cerbiatto capitombolino

Fiaba di: Ellera Ferrante di Ruffana

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

“Miei Cari Grandi e Piccini, dovete sapere che in luogo straordinariamente fiabesco, in un tempo imprecisato, viveva una meravigliosa Fata chiamata “Stella Lou Lou”che quando un bambino toccava la Sua Bacchetta Magica iniziava raccontare una Fiaba.

Percorrendo una strada tra radure e boscaglie poco fitte. generalmente a basse altitudini come quasi il nostro Appennino tosco- emiliano, si incontrava un giovanissimo cervo nobile che per giorni non disdegnava la brughiera e la foresta di conifere.

Era proprio un bellissimo esemplare di cervo e molto giovane con tronco snello ed allungato, con peli setolosi e fine lanugine che si allungava notevolmente sulla coda.

Il petto largo e la groppa diritta e potente.

Il collo lungo piuttosto sottile ed un poco compresso, sosteneva alta la testa allungata e larga all’ occipite con la fronte infossata tra gli occhi,

Il muso dritto si assottigliava verso il basso.

Gli occhi di media grandezza e vivacissimi, avevano le pupille ovali.

Gli arti erano lunghi, sottili e robusti con zoccoli stretti ed appuntiti tipici di un corridore velocissimo ed agilissimo.

I palchi rappresentavano la principale meraviglia di quel bellissimo e giovane cervo nobile.

Dunque, oltre a farsi ammirare da chiunque passasse, voleva far ridere i bambini e farli divertire sicchè, gli venne in mente di fare giravolte, piroette e capitomboli con una destrezza inaudita ed una simpatia che mai si era rivelata tale.

Così facendo tutti bambini che lo apprezzavano iniziarono a chiamarlo “il Cerbiatto Capitombolino”…e così fu per sempre, da quelle parti tanto che la sua fama si diffuse nel Regno di ogni Fiaba.

I bambini correvano da ogni Regno ed il “Cerbiatto Capitombolino” non esitava a firmare autografi con la sua sinuosa zampa a quanti glie la stringevano per salutarlo e conoscerlo.

Era diventato un autentico divo…, ma lui ai suoi Piccoli Ammiratori voleva offrire qualcosa in più per gratitudine ed allora si rivolse alla potente Fata “Stella Lou Lou” che tanto amava bambini ed animali .

Un giorno, quindi, per volere e potere di Questa Meravigliosa Fata, i palchi del giovane cervo nobile, si imbrillantarono di nuvole inesauribili di dolcissimo zucchero filato che ogni bambino gustò con avidità e gioia mentre dalle zampe fuoriscivano senza limiti caramelle, cioccolati e leccornie di ogni tipo.

La fama del “Cervo Capitombolino” superò i confini di ogni Regno ed ogni Fata gli concesse sempre più meraviglie da destinare a tutti i bambini che accorrevano felici di incontrarlo e di rimanere in sua compagnia per divertirsi ad ogni suo simpatico spettacolo!

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti