09Ago
2018

Griet e la perla

Fiaba di: daniela p.

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Mi presento, mi chiamo Margaret, ma tutti mi chiamano Griet, sono una semplice serva e lavoro da quando ero poco più di una bambina nella casa di un pittore molto famoso.

Lui si chiama Jan ed è un uomo buono e gentile. Sua moglie, invece è molto cattiva e mi fa sempre fare lavori pesanti e noiosi e non potete immaginare quante lenzuola devo lavare e stendere.

C’è sempre tanto da fare in questa casa, perchè il pittore e sua moglie hanno un sacco di bambini, di ogni età: la più grande è sempre molto dispettosa e me ne combina di tutti i colori .

Già i colori… quelli che il pittore Jan usa per fare i suoi quadri. Sono molto contenta quando devo andare a spolverare nel suo studio, perchè cosi posso curiosare tra i suoi pennelli e le sue polverine che lui sa mescolare come fosse un mago. Passa ore e ore a mettere in posa i suoi soggetti , per cercare la luce giusta e fa sempre tante prove prima di trovare il colore giusto.

Un giorno credevo di essere sola nella sua stanza e giocavo con la fantasia a fare la pittrice, quando d’improvviso arrivò proprio lui… mi si gelò il sangue, credevo che si arrabbiasse, invece fu molto gentile e non mi brontolò.

Anzi, mi propose di posare per un suo quadro, mi fece indossare un turbante azzurro, una veste gialla come l’oro e un prezioso orecchino di sua moglie, una perla. Da allora per tutti non sono più Griet, ma la ragazza con l’orecchino di perla.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti