21Nov
2016

Babbo Natale, Diamantino e la Stella Cometa

Fiaba di: 06rafi06

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta e c’è ancora, una suggestiva casetta che stava riaccendendo le sue luci e dove Qualcuno si stava svegliando…

Siamo nella splendida Finlandia – terra dei “mille laghi”, di meravigliosi boschi e foreste dove anche una vera “flotta” di dolcissime e vigorose renne stavano consultando i calendari della partenza e le tappe da rispettare per raggiungere i bambini di tutto il mondo per il Santo Natale.

La Finlandia, Miei Carissimi Piccoli e Grandi Lettori, è il luogo migliore al mondo dove ammirare le aurore boreali, infatti la Lapponia Finlandese offre alcuni degli spettacoli più affascinanti che possono essere osservati per oltre duecento notti l’anno, ossia ogni notte d’inverno.

Sapete inoltre che gli Angry Birds sono un’invenzione finlandese?

Anche Clash of Clans è originario della Finlandia, così come tanti altri giochi per smartphone.

Di più, la foca del Saimaa, sottospecie della foca dagli anelli, è una delle poche foche d’acqua dolce del mondo.

La specie, a rischio di estinzione, conta solo circa trecentodieci esemplari e vive esclusivamente nel lago Saimaa, il più grande della Finlandia.

Inoltre, l’evento simbolo dell’estate bianca in Lapponia – ossia quando il sole non tramonta mai addirittura per ben due mesi – è il Midnight Sun Film Festival di Sodankylä.

Dunque, dicevo Piccini Miei che proprio qui in Finlandia, precisamente in Lapponia a Rovaniemi, abita l’unico ed inimitabile Babbo Natale anche se originario del monte Korvantunturi.

Ohiohiohiohioooooooooooo – esclamò Babbo Natale mentre ancora in pigiamone, rosso naturalmente, sbadigliava – siamo già ad un altro Natale?

Povero me! Devo leggere tutte le letterine…ed anche se è una gran faticaccia, non vedo l’ora di rivedere tutti i miei bambini nel mondo…

A proposito, saranno stati tutti buoni, anzi santi!?…

Be, lasciamo perdere, meglio non approfondire troppo certi dettagli a rischio di riportarmi indietro tanti regali! – commentò tra sè e sè Babbo Natale mentre sorseggiava un’enorme tazza di caffè bollente cercando a tastoni i suoi occhialetti dorati e tondi…

Infatti così, ancora in dormiveglia e senza occhiali non vedeva assolutamente nulla!

Intanto, mentre Babbo Natale inforcava “i suoi fanaletti”, si vide sulla punta del nasotto una specie di “batuffolo bianco” che saltellava, ridacchiava egli faceva solletico canticchiando “Jingle Bells…Jingle Bells” … con lo scioglilingua “epäjärjestelmällistyttämättömyydelläänsäkäänköhän”…finlandese che è una lingua bella quanto difficile!

Ehi, tu chi sei, da dove vieni e per favore sce…sce…scendi dal mio naso – brontolò incuriosito ed allibito Babbo Natale trattenendo anche la sua grassa risata per il solletico…

“Jingle Bells…Jingle Bells” . “epäjärjestelmällistyttämättömyydelläänsäkäänköhän”:…

Ma si può sapere che cosa stai dicendo…- ribattè Babbo Natale mentre tentava di vestirsi con quel “folletto” ancora non identificato sul naso…

Uffi, non mi riconosci?

Sono Dia- man- ti- no!? Il fiocco di neve e vengo dalla più bella e luminosa Stella Cometa dove mi hai lasciato l’anno scorso come regalo, affinchè non mi sciogliessi più!

Tuuuuuu!? esclamò Babbo Natale tra felicità e meraviglia…

Vieni, vieni a bere una bella tazzona di caffè bollente…caffè di orzo per te naturalmente…- lo invitò Babbo Natale e poi ridendo a crepapelle soggiunse – se ti facessi bere caffè puro, scateneresti le slavine…-.

Ebbene Diamantino, cosa ci fai qui!? Riprese Babbo Natale con tono comprensivo ed ospitale.

Voglio un altro regalo rispose il fiocco di neve…

Meglio “vorrei” – insorse affettuosamente Babbo Natale.

No, no “voglio” proprio un regalone per me e per tutti i bambini del mondo affinchè provino la gioia e la dolcezza di viaggiare la Notte Santa, sulla luminosa scia della splendida cometa…

Ehhhhhhhhhhh! Comeeeeeeeeeeeee – replicò Babbo Natale interrompendo di bere al suo tazzone di caffè nero bollente a rischio di strozzarsi mentre aggiungeva – mmmm…mmma io cosa dovrei fare?

Ti spiego – lo calmò il fiocco di neve Diamantino…

Tutti i bambini del mondo senza distinzione alcuna, saranno accolti sulla luminosa scia della cometa che attraverserà tutti i Cieli per annunciare la nascita di Gesù Bambino e Tu, Babbo Natale come ogni anno porterai i doni ai piccini che canteranno in cielo a cavallo della stella.

A quel punto Babbo Natale, impietrito, con gli occhi sbarrati ed incredulo per la paura della sua sorte, lasciò cadere dalla sua manona, la tazza di caffè che si frantumò in mille pezzi.

– TTTuuuuu, Diamantino, stai dicendo che io, che io per portare quest’anno i regali ai bambini dovrò “viaggiare” in cielo con la mia slitta e le mie adorate renne per seguire la Stella Cometa che ti ha ospitato e cullato, notte e giorno nei meravigliosi cieli dell’ Universo !!!!!????? Esplose Babbo Natale preoccupatissimo.

– NNNooooo, noooooo, nnnooooooooooo; tu Diamantino hai bisogno di un medico!

Tu non mi vuoi bene anzi, mi vuoi morto stecchito…Ti rendi conto cosa succederebbe se cadessi dai cieli con il mio pacione ed alla mia età !?????

E poi perchè dovrei farlo…brontolò Babbo Natale ancora impietrito.

Diamantino allora con la dolcezza di un fiocco di neve che brilla in una fiaba, dove tutto accade magicamente rispose convinto :

” Devi farlo per Amore di tutti i bambini del mondo, affinchè almeno per il Santo Natale riescano a provare la magia dei Cieli, del meraviglioso Universo che Dio ha creato e possano giungere tutti insieme cantando nenie come Angeli , abbracciati alla Stella Cometa fino alla Grotta del Bambinello Santo”

E se cadessi dai Sacri Cieli il mio pancione finirebbe galleggiante sui mari e la mia barba ad incappucciare le montagne al posto della neve e dunque… “Ciao Babbo Natale…” piagnucolò il dolce vecchietto…

Diamantino, poi scese dal suo nasotto rosso, rosso e cicciottello piombando sul cuore di Babbo Natale saltellando, cantando e piroettando perchè aveva sentito un “dolce Sì d’Amore …”

“Jingle Bells…Jingle Bells” … “epäjärjestelmällistyttämättömyydelläänsäkäänköhän”…

Quindi, Miei Piccoli e Grandi Lettori, la Notte di Natale alzate gli occhi al cielo illuminato dalla luna, attraversato dalla Stella Cometa più scintillante che mai con Diamantino – fiocco di neve – tanti bambini del mondo in attesa della slitta di Babbo Natale ricchissima di regali e d’Amore che arriverà fin lassù, lassù per raggiungerli come Angeli…

Auguro a Tutti Voi un Santo Natale di immensa gioia e sconfinata magìa…

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura