28Ott
2014
regalo-bellissimo

Un regalo bellissimo

Fiaba di: Rita Bimbatti

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Alla scuola primaria “Arcobaleno” si respirava aria di festa.

Pochi giorni oramai separavano dalle vacanze di Natale, i bambini e le maestre erano intenti a ricreare quel clima festoso e di gioia, con canti e racconti a tema.

Ogni classe aveva addobbato un alberello con palline e fili di tanti colori, costruito un piccolo presepe con al centro una culla fatta di paglia intrecciata e sopra il Bambino Gesù. L’emozione si poteva toccare con mano, tra poco i bimbi si sarebbero scambiati gli auguri e piccoli doni come consuetudine natalizia.

Anche nella classe 3° B fervevano i preparativi. Martina, riposto nella tasca dello zaino color rosa, aveva il suo dono.

Si guardò intorno, per sincerarsi che la persona a cui doveva consegnare il regalo fosse nelle vicinanze. Vide Carola in fondo all’aula, seduta su una sedia. Carola era una bimba arrivata da poco in Italia. Le avevano raccontato che veniva da un paese molto freddo, ai confini con il Polo Nord.

Aveva lunghi e sottili capelli biondi che le scendevano dolcemente sulle spalle e due grandi occhioni azzurri che risaltavano su una carnagione pallida. Parlava poco, ma conosceva bena la lingua italiana.

A Martina, Carola piaceva molto, la trovava dolce e buona. Convinta della sua scelta, Martina estrasse dallo zaino un pacchettino legato con un fiocco argento, si diresse verso Carola, sorrise e le porse con delicatezza la scatolina.

Carola la guardò, arrossì lievemente e allungò le manine per ricevere il suo regalo.

Slegò dolcemente il fiocco e aprì il suo dono. All’interno c’era un bigliettino con disegnati tanti fiori e cuoricini e una scritta a caratteri cubitali: “TI REGALO LA MIA AMICIZIA. CON AFFETTO, MARTINA”.

Carola si alzò dalla sedia e abbracciò intensamente la nuova amica del cuore.

– Grazie, è il regalo più bello del mondo! – esclamò felice.

– Ti voglio bene Carola! – disse Martina

Si presero per mano e diventarono inseparabili.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti