01Ott
2013
grande-conchiglia-portafortuna

una grande conchiglia portafortuna

Fiaba di: apettaciliegia

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Questa storia è ambientata nel futuro, più o meno nel 2100, e queste cose sono tratte dal diario segreto, tradizione delle ragazze ancora non persa, di Lilla, la protagonista, tradotte in italiano perchè in futuro si userà un’altra lingua. Ogni tanto c’è qualche parola la cui traduzione è scritta tra parentesi.

23 luglio 2100

Caro diario, abbiamo affittato una nuova casetta al mare, è incredibile ciò che sono riuciti a fare gli scienziati per far scomparire il sasso (è un falso amico, nel futuro sasso vuol dire inquinamento), mio nonno mi ha fatto vedere delle foto dei suoi tempi e il mare era ridotto davvero male. Con mia zia e la famiglia di Tea, la mia migliore amica, abbiamo affiato questa casa. Tea e io dormiamo in una stanza, il mio fratellino e i miei genitori in un’altra e i genitori di Tea in un’altra ancora. Abbiamo passato tutto il giorno a nuotare e mia madre mi ha comprato una maschera a raggi x, riesco a vedere i pesci nascosti tra le alghe, è davvero vuellare (termine del futuro per dire fantastico)!

24 luglio 2100

Oggi ho visto sommesa una splendida conchiglia e mi sono messa gli occhialini vecchi per andare sott’acqua e recuperarla. Davvero enorme! Quando l’ho vista non mi pareva così grande. D’ora in poi sarà il mio portafortuna. Ho anche fatto una gara con Tea: vince chi trova entro la fin dell’affitto, cioè tra 3 giorni, più conchiglie, io fino a stasera ne ho rovate 23. Sono sicura che il mio portafortuna mi farà vincere!!!!! Stasera a cena abbiamo addirittura mangiato la pizza, che abbiamo creato noi, ce l’hanno insegnato i nonni che facevano i piazzaioli.

25 luglio 2100

Oggi ho trovato altre 26 conchiglie, tra cui 12 minuscole ma che valgono lo stesso. Ho l’impressione di possedere una conchiglia magica, la più grande dei calnitichi ( di tutti i pianeti che esistono nell’universo)! Per me è magica perchè se ci tengo dentro l’orecchio mi sussurra delle parole, una canzone, ma non capisco perchè, ad esempio la prima olta che ho provato mi diceva ” no allarme Serriena ( cioè maligno) tutto tranquillo” ripetendo sempre questo, poi la sesta volta che ho provato mi ha detto ” Diana ( è un nome proprio di persona, anzi di sirena) rapita, fai in fretta qualcosa, o finirai anche tu così, toppin ( scoprirete in seguito il significato)” che strano!!

26 luglio 2100

Oggi è successa una cosa incredibile! Ho visto una sirena! Pareva preoccupata e continuva a saltellare come un kiki (delfino) sembrava cercasse qualcosa. Prima ho pensato alla mia conchiglia, a questa Diana, all’allarme Serriena… poi mi sono detta che è impossibile, alla fine mi sono buttata e la sirena ripeteva ” Patinpa, patimpa, dov’è la mia patimpa ( patimpa non sa nemmeno Lilla cos’è)” io l’ho interrotta e le ho chiesto cos’era patimpa, e lei mi ha risposto che era il suo amuleto.

Non sapevo cos’è un’amuleto, finchè non mi sono ricordata della nonna: mi mostrava sempre un ciondolo con una stella di rubino dicendo che era un’amuleto. Allora io sono tornata a casa, ho preso la conchiglia e gliel’ho ridata, ma stranamente non funzionava più. Io ho salutato e sono tornata. Non fa niente per la conchiglia, per me posso vincere la gara anche senza. In fondo serve più alla sirena che a me!

27 luglio

Che avventura vuellare ( vi ho già spiegato che vuol dire prima) che ho avuto oggi, ultimo giorno.

Con Tea stavo nuotando, quando mi sono ritrovata davanti ala sirena. Aveva u grosso problema: non trovava la sorella Diana, e la conchiglia parlante che svela i pericoli non funzionava. Allora mi ha chiesto se alla fine del dialogo di quando parlava di Diana c’era una parola strana, io ho risposto di sì ma non la ricordavo, poi ho ricordato che l’ho scritta sul diario, l’ho preso e ho letto “toppin” allora mentre tornavo in mare ripetevo per non scordarmi qual’era la parola: toppin, toppin, toppin, toppin, toppin… quando sono tornata l’ho detto, la sirena ha sussurrato nella conchiglia “toppin Diana” penso che significhi portaci da diana, perchè è ciò che è successo.

Diana era imprigionata tra delle alghe, io ero ancora con la maschera, che per fortuna aveva un tubo lungo tre filom (i filom sono 2 metri, quindi il tubo era lungo 6 metri) e riuscivo a respirare, idem per Tea, che si era messa a vedere se dietro gli scogli c’era qualcosa per far uscire Diana. Allora la maga cattiva che ha imprigionato Diana ci ha trovate e ci ha messe dentro un’altra prigione di alghe.

Ho notato che aveva un conchiglia identica a quella che avevo trovato. Mentre era distratta, ho cercato di uscire, ma era troppo poco lo spazio e poteva uscire solo al mia canna. Allora mi è venuta un’idea: il mio, come quello di Tea è un diario antico, e ha ancora la chiave, invece dell’apertura con riconoscimento dell’impronta digitale. Tea era rimasta fuori ed era lei la “custode” delle chiavi dei nostri due diari segreti e io le ho chiesto di passarli dal tubo della maschera. Lei andò su su su e io a un certo punto ho sentito le chiavi in bocca.

Le ho sputate fuori e ho messo la chiave del diario di tea nella nostra conchiglia. Si sono abbassate le alghe e ci hanno lsciate passare. Allora stavo per mettere la mia chiave della conchiglia della maga, quando mi ha vista e mi ha rotto il tubo. Io sono dovuta tornare in superficie e seguire tutto con i raggi x della mia maschera. La cosa più vuellare è che mentre la maga distruggeva la chiave del diario di tea pensando che fosse la mia la sirena ha inserito la mia chiave nella conchiglia liberando Diana. A quel punto però la maga stava per imprigionare la sirena e ha appoggiato la conchiglia all’orecchio. Diana ha cantato nella sua conchiglia e, non so come, la maga è svanita.

Poi sono tornata a casa e ho fatto le valigie. Sono nel razzo che mi riporterà a casa.

Bè, a quanto pare ho vinto io la gara, con 46 conchiglie contro 43. Diana e la sirena ci hanno regalato una conhiglia a me e una a Tea e Diana ha creato un’altra chiave per il diario di tea che funziona ancora meglio!

Nota dal presente: i portafortuna sono importanti, soprattutto quando sono regalati dal mare.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura