17Giu
2013
cenerentolo

Cenerentolo

Fiaba di: Betty

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta, un ragazzo che si chiamava Tommy, ma veniva da tutti soprannominato CENERENTOLO! Vi chiederete perché?!?

Proprio come la famosa storia che conoscete benissimo, SÌ! proprio quella: Cenerentola. A casa doveva fare tutto lui, il papà gli diceva: “CENERENTOLO! Vai a fare la spesa in paese!” La mamma: “CENERENTOLO! Metti in ordine la tua camera e vai a tagliare la legna!”

Povero Tommy non riusciva mai ad andare a giocare con i suoi amici perché doveva sempre stare a casa a studiare o a fare tutte le faccende.

Un giorno però mentre andava a fare la spesa incontrò un suo compagno di classe che lo invitò al suo compleanno!!! Era così felice che accetto subito!

Appena arrivò a casa lo disse a mamma e papà che immediatamente dissero: “non puoi andare alla festa caro CENERENTOLO, hai tante cose da fare e devi anche fare i compiti!”.

Tommy era molto triste, avrebbe tanto voluto andare a quel compleanno….

Ma ecco che decise di andare alla festa anche senza il permesso dei suoi genitori, doveva solo rientrare a casa entro le sette, l’ora di cena!

Detto fatto! Ecco arrivato il giorno dei festeggiamenti! Era emozionantissimo finalmente poteva stare con i suoi amici a giocare e divertirsi senza pensare a compiti e lavori di casa….

Tommy si vestì, prese il regalo di compleanno e uscì di casa “mamma, papà vado a fare la spesa ci vediamo dopo!”

“Mi raccomando CENERENTOLO non fare tardi”

E così prese la sua bella bicicletta rossa e si precipitò al compleanno!

Quando arrivò erano tutti sorpresi e contenti di vederlo, di solito non andava mai a giocare al parco con loro dopo la scuola.

“Ciao amici”

“Ciao Tommy”

“Ecco il tuo regalo! Tanti auguri”

Era un bellissimo trenino elettrico con cui giocarono tutto il pomeriggio

C’erano tanti bambini tra cui una bella bimba con i capelli lunghi e biondi, Sissy! Era così bello stare tutti insieme che il tempo passò in fretta

Arrivarono le sette ed era arrivato il momento di andare, non poteva fare tardi!!! E così salutò tutti, riprese la bicicletta e tornò a casa! Contento del bellissimo pomeriggio trascorso con i suoi amici.

Una volta tornato a casa si rese conto che il suo orsacchiotto, di solito sempre seduto comodo nel cestino della bici non c’era più.

“Chissà dov’è finito il mio orsetto! L’avrò perso ieri alla festa” disse Tommy. Già! scappando in fretta e furia con la sua bici l’orsetto era caduto proprio vicino al banchetto dei pasticcini…

Ma per fortuna Sissy, l’aveva ritrovato e il giorno dopo a scuola glielo riportò.

“Grazie Sissy! Non sai quanto l’ho cercato!”

“Prego! Perchè per festeggiare non andiamo a giocare ai giardinetti??!”

E fu così che da quel giorno Tommy non si perse nessuna festa di compleanno e passò i pomeriggi a giocare con i suoi nuovi amici e da quel giorno nessuno lo chiamò più CENERENTOLO!!

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura