arcobaleno-coraggio

L’arcobaleno del coraggio

Fiaba pubblicata da: GIOVANNA MANGONE

In una grande fattoria Irlandese viveva insieme ai suoi fratelli un bambino bellissimo di nome Niko.

Niko amava molto gli animali e trascorreva le giornate in compagnia dei suoi piccoli amici.

Un giorno venne all’improvviso un bruttissimo temporale che allagò l’intera fattoria, Niko e i suoi fratelli erano molto tristi e osservavano stupiti dietro la finestra di casa la pioggia che scendeva copiosa dal cielo,si vedeva anche il lungo serpeggiare dei fulmini e si udiva il forte fragore dei tuoniNiko pensò: “ma quando finirà questo brutto temporale? Che malinconia la pioggia”.

Niko aveva perfettamente ragione, la pioggia aveva creato disagi nella fattoria e gli animali si erano rifuggiati nelle loro tane tutti impauriti.

Il brutto temporale durò tre giorni e tre notti Niko pensava sempre ai suoi piccoli amici e disse: “poveri amici miei chissà come stanno male sempre chiuse nelle loro abitazioni,gli animali hanno bisogno di aria, di luce,di sole,e di stare a contatto con la natura per vivere bene perchè in mezzo al verde si sentono più sicuri”.

La mattina seguente Niko si alzò di buonumore e affacciandosi alla sua finestra di casa scrutò gli occhi verso il cielo e vide un enorme arcobaleno pieno di sette colori sfavillanti.

Era un arcobaleno grandissimo,molto bello e Niko non smise mai di osservarlo, per la gioia si avviò nella stanza dei suoi fratelli che stavano ancora dormendo,e preso dalla contentezza gridò: “Alzatevi fratelli miei, ho visto fuori un arcobaleno stupendo”.

I fratelli si alzarono dai loro letti e si accostarono davanti alla finestra guardando con stupore quel bellissimo arcobaleno,ma non è tutto,all’improvviso dalle nuvole comparvero delle bellissime scale dorate e Niko guardando meravigliato disse: “Cosa sono quei gradini lì?” I fratelli replicavano: “perchè non andiamo a vedere? Chissà forse potremmo salire e toccare con mano l’arcobaleno”.

Niko ebbe un po’ di paura perchè non sapeva cosa ci sarebbe stato aldilà di quelle scale dorate.

Ma i fratelli lo incoraggiarono ad andare a vedere.

Niko si convinse, si fece coraggio e andò però da solo, i suoi fratelli decisero di non salire su quelle scale perchè volevono che Niko potesse superare le paura che aveva sempre avuto dentro.

“Su Niko forza e coraggio,noi ti sosteniamo!” Dissero i fratelli, “vinci le tue paure, sarà la tua forza”.

Niko strinse i denti e cominciò a salire lungo le scale dorate, i gradini di quelle scale erano tante, ma Niko le percorse tutte ad uno ad uno fino a quando salito l’ultimo gradino e vide un mondo fantastico animato da personaggi magici.

Niko acclamò: “qui sembra tutto un sogno tutto era luminoso e brillante i fiori,le piante, le foglie, i frutti, le case, la gente, e anche gli animaletti, com’è bello” disse Niko non potevo mai immaginare che dentro questo arcobaleno vivesse un altro mondo, “forse sto sognando”.

Niko da un lato era contento ma da un’altra aveva di nuovo paura di vedere un mondo per lui sconosciuto.

All’improvviso si avvicina una signora molto bella dai capelli lunghi e neri sciolti fino alle spalle,due occhi splendenti e verdi come smeraldi e disse: “Niko perchèstai tremando? Non avere paura qui sarei nostro ospite per tre giorni e tre notti”.

Niko la guardò con gli occhi tremanti ma nello stesso tempo lo sguardo di quella signora metteva tanta serenità.

Niko pensò anche ai tre giorni e tre notti del temporale, ma ancora confuso si adagiò.

“Vieni”,disse la signora “ti faccio vedere una cosa”.

Niko la segui,ma mentre camminavano lungo il sentiero la luce diventava sempre più fioca la visibilità si era ridotta e all’improvviso tutto era diventato buio e tetro.

Niko per la paura si mise a gridare chiamando aiuto, ma nessuno rispose.

All’improvviso udì delle voci soavi che lo incitavano ad avere coraggio e ad andare avanti.

Niko sentiva quelle voci ma per colpa del buio, non riusciva a vedere nessuno.

Proseguì il suo cammmino verso il sentiero fatato, Niko pensò “ce la devo fare,non devo avere paura”, “forza Niko” dissero le voci “anche se tutto è buio cammina sempre, percorri la via,non ti arrendere mai, tu sei tutta la tua forza fatti sempre coraggio,il coraggio sarà la tua via per trovare la strada”.

Niko non si arrese e all’improvviso una grande forza interiore illuminò il suo coraggio e cammino per tre ore lungo il sentiero.

Finalmente Niko non ebbe più paura e sapeva di poter riuscire nella sua impresa, adesso nessuno lo poteva fermare!!!! Di colpo si fece giorno, il buio spari all’improvviso e tutto ritornò come prima, luminoso e splendente.

Niko allora capì che aveva finalmente superato il più terribile dei tiranni “LA PAURA”e tutti gli ostacoli che gli impedivano di andare avanti.

Dopo questa esperienza Niko crebbe un ragazzo coraggioso e non ebbe più paura di nulla, affrontò ogni situazione con spirito di coraggio e temeraria e si avvio verso il lungo viaggio della vita.



Altre fiabe che potrebbero piacerti