25Gen
2013
lettera-pericolosa

Una lettera pericolosa

Fiaba di: Gwen

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Molti e molti anni fa, in Giappone, c’era un ricco signore che aveva molti servi analfabeti. Un giorno disse ad uno di essi: “Prendi questa lettera e và in città a ritirare una spada, che ho acquistato ieri dal venditore.”

Il servo partì di corsa ben felice dell’incarico di fiducia ricevuto dal padrone, ma nell’attraversare un fiume, la lettera si bagnò. Per timore che lo scritto si rovinasse, egli lo stese sopra un sasso e sedette in terra, in attesa che si asciugasse.

Passò di un guerriero, il quale, vedendo la lettera stesa al sole, la lesse e poi gli domandò: “Ma lo sai tu, quello che c’è scritto su questo foglio?”

“Io no, signore. Non so leggere, ma so che devo con questo foglio ritirare una spada.”

“Il tuo padrone scrive al venditore di provare il primo colpo di spada sul tuo capo.”

Il servo, come le mani tremanti d’ ira, stracciò la lettera e la getto nel fiume, poi ringraziò il guerriero e si cercò un padrone più buono. Lo trovò subito. Mentre era al servizio del nuovo padrone, durante la notte imparava a leggere e a scrivere, per non correre dei rischi come quello che aveva passato.

Studiando ogni giorno un po’, avanzò di grado in grado ed ottenne un posto molto importante e fu riverito da tutti.

Un giorno, vestito da signore, si presentò al suo vecchio padrone. Questi, appena lo vide, disse tra sè: “Ormai è finita per me! Mi farà uccidere.”

Invece si sentì dire: “Amico, sono venuto a ringraziarti di avermi insegnato come sia pericoloso essere ignoranti.”

***

Tratto da un vecchio libro di scuola.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti