09Lug
2012
Peter_Pan

Tutti i bambini crescono, tranne uno

Fiaba di: Kri2202

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Forse può sembrare superfluo scrivere una recensione circa uno dei personaggi più amati della letteratura per bambini, intendo dire Peter Pan.

Viceversa, l’invito è quello di riavvicinarsi proprio al testo originale, di leggerlo e rileggerlo facendo piazza pulita delle varie rivisitazioni cinematografiche che ne sono state date.

Perchè, se l’intima vocazione di Peter Pan, a onor del vero, non è mai stata tradita, le pagine scritte da sir James Matthew Barrie hanno però una levità e allo stesso tempo una profondità che possono essere percepite a fondo soltanto se ci si riavvicina a loro con animo sgombro e mente pulita.

L’invenzione di questo straordinario bambino che, caduto dalla sua carrozzina, decide caparbiamente di non crescere più, e riesce a farlo, appare così nuovamente nella sua straordinarietà e purezza. Accanto a Peter, che resta sempre uguale a se stesso assecondando a fondo l’intima vocazione dei personaggi letterari, si muove poi una miriade di altre figure che vengono sbozzate dalla penna dell’autore, e pure si stagliano nitidamente all’immaginazione del lettore: non ultima quella di Tinker Bell, Trilli Campanellino, la fatina gelosa e fedele, cattiva ma altruista, assolutamente deliziosa, nata dal sorriso dei bambini, salvata dal battito delle mani degli stessi.

Tutti  i libri che hanno come protagonista Peter Pan (Peter Pan nei giardini di Kensington e Peter Pan e Wendy, meglio noto come Peter Pan e l’Isolachenoncè) parlano il linguaggio dei bambini, rivolgendosi agli adulti che in fondo al cuore non hanno perduto la capacità di stupirsi, di sognare e soprattutto di sperare sempre.

Un genitore che legga questa favola a suo figlio, lo legherà per sempre al suo cuore con una catena lieve, fatta di complicità e di un sorriso che dice “Vedi mio piccolo, un tempo sono stato bambino anch’io

Peter Pan su Amazon.it


Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura