25Ott
2016

La SuperMobile di Alessio

Fiaba di: Rita Bimbatti

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Quasi ogni pomeriggio, un gruppetto di bimbetti delle scuole primarie si riunisce nel parco adiacente il municipio del piccolo paese per ridere e giocare insieme.

C’è Federico, la mascotte; c’è Giacomo, il secchione; c’è Mattia, lo scatenato; c’è Alberto, il ghiottone; c’è Alessio, un sorriso contagioso, con la sua inseparabile SuperMobile. Già, perché Alessio, ha subito un incidente: da allora, non potendo più camminare, è costretto a vivere e spostarsi su una sedia a rotelle. Certo, in un primo tempo è stata dura, vedere gli altri bambini correre, arrampicarsi, pedalare veloci come il vento sulla sella della loro bicicletta, mentre lui seduto su una carrozzina, impossibilitato a muovere le gambe. Dopo lunghi pomeriggi trascorsi tra singhiozza e pianti, i famigliari, ma soprattutto, i cari amici, hanno dato ad Alessio la forza di reagire.

“Tu resterai per sempre Alessio il gran simpaticone, anche su una seggiola!” dice sorridendo Mattia.

“Siamo stanchi di vederti triste, vogliamo vederti sorridere, vogliamo ancora la tua allegria contagiosa!” esclama Giacomo.

“Da oggi in poi verrai con noi al parco, ti accompagneremo e ti staremo vicini” dice Alberto il ghiottone, masticando poi voracemente un pezzo di merendina al cioccolato.

“A pensarci bene…questa sedia con le ruote può fare di te un supereroe…se impari ad usarla nel modo giusto, sai cosa puoi farci! Cavolo…può diventare la tua…SuperMobile!” urla Federico.

Ora Alessio non è più solo, può contare sui suoi SuperAmici.

Con la sua SuperMobile, al parco si diverte un mondo: tra urla e schiamazzi, la sedia a rotelle si trasforma nell’arma del supereroe: accelera e frena tra il sentiero di ghiaia alzando dietro se una nuvola di polvere, piroetta sulle ruote creando un vortice, scende veloce come il vento attraversando il lungo viale alberato, sotto gli occhi degli amici inseparabili.

A volte, quando rientra nel tardo pomeriggio, mamma non può fare a meno di emettere qualche urlo disperato: la carrozzina è ricoperta da uno strato grigiastro di polvere e le rotelle ripiene di sassolini.

Ma ne vale la pena: ora supereroe Alessio è ritornato il simpaticone del gruppo!

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti