La grotta di San Michele

Fiaba pubblicata da: Licia Calderaro

In Puglia, sul Gargano,

Esiste un luogo sovraumano.

Il paese si trova in provincia di Foggia,

dove i pellegrini la vanno a visitare anche sotto alla pioggia.

Ma cosa ha di speciale

Questo luogo così sovrannaturale?

Ebbene qui, c’è una grotta.

Nella quale, nel medioevo, ci fu una dura lotta.

Il vescovo Lorenzo, per ben tre volte un angelo stupendo sognò.

E sempre più sorpreso, ogni volta si destò.

“Sono l’Arcangelo Michele!”

Esclamò la creatura celeste, con voce dolce come il miele.

“C’è una grotta che nel mio cuore ha fatto breccia,

ed è la grotta dove ho protetto il toro da una freccia!

Alzati su e dedica la grotta a Me, orsù.”

Il vescovo Lorenzo non se lo fece ripetere,

ed eresse il santuario, per farvi gli altri accedere.

Questa grotta esiste tuttora,

la statua di S. Michele Arcangelo, è venerata ad ogni ora.

Il primo luogo sacro, consacrato per mano di un angelo.

Signore e signori, ecco a voi Monte S. Angelo!



Contenuti suggeriti: