05Ott
2018

Aron vola in cucina

Fiaba di: Stella Romanelli

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Questa mattina Aron è un po’ nervoso, sono cose che capitano, il tempo brutto non permette i suoi tentativi di volo, dunque che fare?

Nella via dove abita, c’è una novità, un’ospite ha raggiunto la vecchia signora in fondo alla strada, si tratta del nipote e con lui c’è un gattone vecchio e lento, oggi può essere un buon momento per fare nuove conoscenze!

La finestra aperta della cucina è un ottimo passaggio, un balzo sul tavolo e ….aspetta un momento c’è il libro delle ricette aperte, che meraviglia! Il pollo alle castagne, una lettura veloce ,un balzo sul davanzale per scendere poi in strada.

Aron è sempre molto attento ad attraversare la strada, guarda a sinistra nessuno, guarda a destra nessuno, veloce come un fulmine, verso la casa del nuovo arrivato.

Davanti al cancello c’è il suo amico Baldassare, il cane inventore con il muso appoggiato al cancello guarda in giardino.

Aron: Ciao Baldassare anche tu qui a conoscere il nuovo arrivato? Com’è è simpatico? Ho sentito dire che è vecchiotto.

Baldassare si gira e appoggiando la schiena sul cancello si gratta.

Baldassarre: si è un po’ vecchietto, io l’ho visto ieri quando è arrivato, stavo guardando il volo di alcuni merli con il cannocchiale in sala, è uscito dal trasportino del suo padrone.

Aron si avvicina e guarda anche lui nel giardino.

Aron: Entriamo a conoscerlo dai!

Baldassare e Aron saltano sul muretto e si trovano velocemente nel giardino della signora maldicalli, come la chiamano loro. Vicino ad una pianta di mele è appoggiato il nuovo arrivato.

Aron: Ciao ti diamo il benvenuto, dove vivi di solito?

Il vecchio micio apre gli occhi addormentato, al sole è bello fare una pennichella ed i gatti lo sanno bene.

Gattone vecchio: uff….voi giovani fate sempre tante domande, comunque io mi chiamo Pupi e viviamo a Genova, vicino al porto, un posto fantastico!

Pupi si alza lentamente, osserva bene i due gatti e continua con la sua risposta.

Pupi: Dovete sapere che il mio padrone è un pescatore ed io vado sempre a pesca con lui, sono il beniamino di tutti i pescatori!

Aron e Baldassare lo guardano con gli occhi sgranati, un gatto che ama l’acqua che cosa strana!

Aron s’avvicina a Pupi, ma, storce subito il naso e torna verso Baldassare, senza farsi sentire da Pupi sussurra a Baldassare.

Aron: Cavolo come puzza questo ci credo che sta tutto tempo in mezzo al pesce, altro che Pupi, lo chiamerò Puzzone io!!

Baldassare sorride, non è gentile ridere di qualcuno, poi Pupi svolge un lavoro importante, sta vicino al suo padrone che ha un lavoro pesante e spesso i lavoro pesanti sono faticosi, ti sporchi sudi, questo è lavoro onesto importante per tutti, pensa Baldassare, che si avvicina a Pupi.

Baldassare: Come mai siete qui?

Pupi si lava con la zampa destra, il muso, le orecchie e poi con comodo risponde.

Pupi: bisogno imbiancare la casa della nonna, fa caldo e lui coraggioso e generoso come sempre, si è messo la tuta bianca leggera e si è messo a colorare io gli do una mano, sto in cucina con la nonna a preparare il pranzo.

Baldassare e Aron si guadano incuriositi.

Aron: Non ho mai visto un gatto cucinare, dai non è vero!

Pupi alza le spalle, chi sa fare fa e basta, non si cura dei commento di che parla e basta.

Pupi: venite in cucina con me e vedrete, magari mi potete suggerire una ricetta, intanto ditemi e voi di cosa vi occupate?

Aron: Io ho il sogno di volare, oggi è brutto tempo e non posso fare tentativi, ma, di solito provo mille soluzioni.

Baldassare: Io sono appassionato di scienza ed invenzioni, a volte aiuto anche Aron nei suoi tentativi.

Pupi si ferma li guarda dritto negli occhi.

Pupi: e poi sono io lo strano perché vado a pesca con il mio padrone!

Entrano in cucina, Aron suggerisce il pollo con le castagne. Pupi non ha mai provato questa ricetta ed è curioso. Uno si occupa delle castagne, l’altro del pollo e Pupi mette tutto insieme. Nel forno e poi si aspetta. La nonna arriva attirata dal buon profumino, dà una carezza hai suoi bravi aiutati e durante il pranzo qualcosa di pollo è anche per loro.

Tornati in giardino i nostri amici, si danno la zampa e si salutano alla prossima, il ragazzo dopo la pausa torna a dipingere la casa.

Aron: certo che Pupi sarà anche puzzone ma è troppo forte, abbiamo anche rimediato del pollo, è proprio vero l’unione fa la forza!

Consigli di lettura

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti