02Gen
2015
come-chiama-vecchietta-befana

Come si chiama la vecchietta? Befana!

Fiaba di: Rosy

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

In un casolare molto vecchio
tanti anni fa viveva una bambina
non aveva nulla con cui giocare
e non aveva neppure delle amichette 

perchè viveva in un posto molto

ma molto lontano, isolato dal mondo
dove era impossibile arrivarci 

Così se ne stava tutto il giorno da sola

dentro la sua stanzetta

non le voleva bene nessuno, perchè era molto brutta
aveva i peli sul viso ed un nasone grande grande

si vergognava di farsi vedere anche dai suoi genitori
così per passare il tempo costruiva giocattoli
e si costruì pure per lei una scopa volante
Costruì così tanti giocattoli che riempì tutta la  sua stanzetta

e non si accorse neppure  che era cresciuta
ed era diventata già

una vecchietta
Una notte non aveva sonno sentìva  un forte desiderio
di aprire quella finestra

mai aperta è chiusa da tanti anni
si affacciò
e rimase sbalordita
quando vide una grande stella nel cielo

era così luminosa
che l’accecò gli occhi dalla bellezza
capì che quella era la cometa della nascita del Bambino Gesù
Così pensò di portare anche lei dei doni al Bambinello
e a tutti i bambini del mondo lei 
ne aveva costruiti tanti in tanti anni
lei che era così brutta

e nella sia vita  non era mai stata amata da nessuno

Pensò
almeno qualche bimbo le avrebbe voluto bene

se le ragalava qualche suo gioco
Sistemò in un grande sacco tutti i suoi giochi
prese la sua scopa volante
che solo lei sapeva come metterla in funzione
si mise uno scialle  in testa

si coprì il viso per non farsi vedere
perchè con gli anni era diventata ancora più brutta
e non voleva spaventare i bambini
saltò sulla scopa e volò dalla finestra
con la sua bella scopa

Attraversò il cielo stellato

la notte era molto gelida

e lei vecchietta volava felice col suo naso tutto rosso
incontrò anche i Re Magi
con i pastori che ritornavano dalla visita dalla Grotta di Gesù Bambino
Fu così che mentre volava su nel cielo e guardava ammirata 
la scopa ad un tratto le si inceppò
e scivolò giù di un botto con la vecchietta sopra
cadde per fortuna dentro un enorme sacco di carbone nero
cos’ la sua veste  diventò tutta nera anche il viso si tinse di nero
è pure i giocattoli si sporcarono

Con calma la vecchietta col grembiule che indossava  li ripulì
risistemò la scopa e rivolò fece più in fretta si era fatto tardi
si recò in ogni casa del mondo dove c’era un bimbo 
e mise un piccolo regalo dentro una vecchia calza trovata in casa

ma si accorse che erano tantissimi i bambini
e non bastavano i giochi per tutti
si trovò il sacco vuoto non aveva più nulla

così mise del carbone dentro le calze
quello che era entrato nel sacco
quando la vecchietta era caduta

Ritornò a casa
e si promise di costruirne ancora di più di giochi per l’anno prossimo
la povera vecchietta
andò a letto stanca ma era tanto felice
perchè aveva tanti bimbi che le volevano bene e le volevano bene
anche se era brutta

Se trovate del carbone nero bambini
non pensate  che siate stati cattivi
è che la nonna vecchietta
ha finito i suoi regali

E’ con lei  anche tutte le festa sono finite

si ritorna a scuola

AH…
sapete come si chiama la nonna vecchietta?

LA BEFANA…

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura