24Gen
2013
ricompensa

La ricompensa

Fiaba di: Redazione

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Un bel giorno il Califfo Haroon-Al-Raschid, mentre era a caccia, incontrò un uomo anziano che piantava un albero di noci.

“Questo vecchio uomo è pazzo!” disse il califfo; “si comporta come fosse ancora giovane, e potesse godere i frutti di questo albero”.

Mentre anche il suo seguito si prendeva gioco del vecchio, il Califfo si avvicinò e chiese all’uomo quanti anni avesse.

“Ottant’anni compiuti, mio signore; a, grazie a dio, sto come se ne avessi trenta!”.

“Quanto tempo pensi di vivere,” continuò il Califfo, “per piantare, ad un’età così avanzata, giovani alberi che daranno i loro frutti solo tra molti anni? Perchè perdi tempo in un’occupazione così inutile?”.

“Mio signore,” rispose l’uomo, “piantare questi alberi mi rende contento, e non mi importa se potrò goderne i frutti o meno. Semplicemente dovremmo fare quello che i nostri padri hanno fatto: loro piantarono alberi che danno i frutti che noi oggi mangiamo: noi stiamo approfittando della fatica dei nostri predecessori, perchè dovremmo essere meno previdenti di quanto loro furono per noi?  I figli raccoglieranno ciò che noi non abbiamo potuto godere”. 

La risposta piacque al generoso Haroon-Al-Raschid che diede all’uomo una manciata di monete d’oro.

“Chi può dire”, riprese il vecchio felice, “che oggi ho lavorato inutilmente, quando questo giovane albero già porta i suoi frutti? Il detto è giusto: chi fa del bene sarà sempre riccamente ricompensato!”.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti