14Gen
2013
dolcestrocca-cotognata

Dolcestrocca della cotognata

Fiaba di: Marcella Geraci

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Cotognata, cotognata
dite un po’, chi l’ha inventata?

Questo dolce prelibato
e al palato, delicato
lo sapete com’è nato?

Un bel giorno, una cotogna
che cercava qualche rogna
scivolando giù dal ramo
alle altre disse: “andiamo!”

Le cotogne, poverine
quasi morte di paura
esclamaron tutte in coro
“sì, va bene, son matura!”

E discesero anche loro.
Quando furono atterrate
proprio sopra i rami secchi
si trovarono davanti
un omino tutt’orecchi.

Si chiamava Gasparino
e le colse tutte quante
ma non eran mica tante!

Tutte insieme erano cinque
e formavan quasi un chilo
ritirarono le lingue

“L’esistenza è appesa a un filo!”
Che succede? Dove andiamo?
Non ci piace questa faccia!
Gasparino se le mise proprio dentro la bisaccia
e mettendosi in cammino
disse forte un bel pensiero

“Son sicuro, è proprio vero
che è sbagliato avere fretta!
Ma è arrivato il tempo giusto
di cambiare il vostro gusto!”

Cotognata, cotognata
Gasparino l’ha inventata
proprio quando ha preferito
trasformare in un dolce squisito
un frutto d’autunno non ancora appassito.

“Bene, bravo per davvero!”
Gasparino ora lo sente
“Grazie! Sei un grande eroe!”
Le cotogne son contente.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti