07Feb
2012
neve

La neve

Fiaba di: Anna Valentina Farina

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta un brillante inventore. Non chiedetemi il nome perché ogni volta che si prova a dargliene uno succede il finimondo. Noi lo chiameremo Inventore e non è detto che non avremo guai. In ogni caso, il nostro Inventore aveva avuto tantissime idee! Aveva immaginato il cielo e subito lo aveva realizzato. L’idea del sole gli era venuta subito dopo un brivido. La terra l’aveva inventata perché non sapeva dove piantare i suoi fiori. L’acqua, poi, era necessaria: il pesce rosso boccheggiava da un pezzo!

Un giorno si rese conto di non avere abbastanza problemi e inventò l’Uomo. Era ottimista e volle fargli un regalo. Inventò per lui una cosa che chiamò “fantasia” e ci mise dentro un pezzetto del suo cuore. Si sedette sulla sua comoda poltrona e osservò l’Uomo che giocava con il suo regalo.

Vide un bellissimo affresco e si commosse, una fantastica statua e pensò che non avrebbe saputo fare di meglio, ascoltò delle note deliziose e dei versi dolcissimi e sognò ad occhi aperti…poi vide una spada, un fucile, sentì il fragore delle bombe e si spaventò alla vista del mostruoso carro armato. Pianse, ma poi si ricordò di essere un ottimista!

Cominciò a meditare e subito gli venne un’idea: la neve! Si mise all’opera e nascose tutto quell’orrore con un morbido strato di neve. Tutto era coperto da un enorme foglio bianco dove l’Uomo, con la sua fantasia, avrebbe potuto di nuovo immaginare la bellezza e realizzarla!

Era davvero ottimista l’Inventore…

 

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti