21Lug
2007
leone

Mamma ho visto un leone

Fiaba di: Redazione

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Un bambino che vede un leone nello scantinato del condominio è la gioia di chi sa sognare un mondo migliore.

Lui HA VISTO il leone, non l’ha immaginato. Contrastare questa visione è come chiudere i suoi sogni in gabbia. Noi pensiamo che smettere di immaginare sia segno di maturità.

Lui SA che c’è il leone. Noi dovremmo imparare da questa sua consapevolezza e limitarci a sorridere di chi ci dice che avere grandi sogni ti porta inevitabilmente a grandi delusioni.

Lui è STUPITO di vedere il leone. Perché lui QUEL leone non l’ha mai visto. A noi non basta l’unicorno per strabuzzare gli occhi come fa lui. Noi crediamo di avere già visto mille unicorni.

Lui NON SI CHIEDE che ci fa lì il leone, si limita a prenderne atto. Noi ci perdiamo in mille domande, mentre potremmo lasciare che il cuore batta più forte.

Lui HA PAURA del leone. Questo dovrebbe farci considerare che il bambino ha in sè una grande conoscenza dei propri limiti e che combattere contro i propri sogni è complicato tanto quanto combattere nella realtà.

Lui E’ ATTRATTO dal leone. Noi tendiamo a perdere questo istinto precursore di quella curiosità intellettuale che si smarrisce nel luogo comune.

Lui VUOLE ESSERE ACCOMPAGNATO PER MANO dal leone. Ha necessità di un punto di riferimento. Noi pensiamo che tendere ad un ideale sia demodè.

Lui VUOLE BENE al leone. Perché il bambino vive senza pregiudizio. Per lui nulla è scontato, nel bene e nel male. Noi dovremmo ricordarci di azzerare i nostri pregiudizi anziché affrontare l’ignoto con la spada sguainata.

Lui SORRIDE al leone. Per il bambino è innato preferire il sorriso al pianto, quasi fosse una scelta istintiva tra bene e male. Noi scordiamo che non possiamo sapere se andiamo incontro alla felicità o alla tristezza e tante volte la paura ci porta a restare immobili, con un’espressione vaga che non comunica nulla.

Lui VA OLTRE il leone, quando un giorno, per caso, trova un’astronave. Perchè il bimbo ha una fantasia crescente, che non smette mai di cercare qualcosa di più grande. Noi ci chiudiamo nella nostra scatola, convinti di conoscere tutto ciò che serva per sopravvivere, invece di desiderare di guardare cosa c’è oltre una stupida parete di cartone.


Se solo non avessimo smesso di imparare, i bambini ci potrebbero insegnare tante cose.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti