01Giu
2014
pizzaiolo-onofrio-distrattone

Il pizzaiolo Onofrio “distrattone”

Fiaba di: Alessandro Gioia

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Il signor Onofrio aveva sempre la testa fra le nuvole, e da distratto divenne distrattone in due parole.

Gli chiedevano una pizza margherita, lui si recava in un prato e si presentava con un mazzo di fiori.

Un cliente una sera chiese un calzone al forno, e Onofrio si presentò con un nuovo pantalone: ” Le va bene così, è di colore blu!”

Quel signore lo gradiva assai diverso con pomodoro, mozzarella e con qualche fungo champignon.

Un giorno una signora chiese una capricciosa, e Onofrio questo disse: ” Ma di capricciosa c’è già lei, cara signora!”

E così perse l’ennesimo lavoro.

La stessa cosa accadde in più di un luogo: gli chiesero una quattro stagioni e si presentò al tavolo con mantello e ombrello, in aggiunta un vecchio cappello o costume da bagno, non ricordo forse non so.

Ma la sua pizza migliore era quella Alla Felicità con tanto pomodoro e due foglie di basilico che sembravano lillà.

In ogni pizzeria se vedete un uomo con un cappello messo all’incontrario chiedete: ” E’ lei quel distrattone che si chiama Onofrio?”

Se risponde con una pizza alla marinara parlandoti di onde e di gabbiani: è lui!

E se chiedi un pizza Bufala, inizia a correre perché di bufali ne verrà una mandria.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti