10Mag
2013
storia-del-re-bife-biscotto-mine

La storia del re Bifè biscotto e minè

Fiaba di: fatafatina

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta un re, chiamato re benfè biscotto e minè , il quale aveva una figlia chiamata benfiglia biscotto e miniglia, la quale aveva un merlo chiamato benfello biscotto e minello .

Un bel giorno, la principessa benfiglia biscotto e miniglia si mise a giocare con il suo merlo benfello biscotto e minello il quale aveva una voce meravigliosa, ma quando la principessa benfiglia biscotto e miniglia apri’ la gabbia, il merlo benfello biscotto e minello volò via all’improvviso.

Allora la principessa benfiglia biscotto e miniglia corse piangendo dal padre , e gli disse: “padre, il merlo” benfello biscotto e minello “è scappato dalla gabbia!”, ed il re disse alla figlia benfiglia biscotto e miniglia: “figlia mia, non ti preoccupare, troveremo il tuo merlo benfello biscotto e minello!” .

Fu cosi che il re “benfè biscotto e minè” si affacciò dal portone del castello e disse ai sudditi: “Amati sudditi, il merlo benfello biscotto e minello è scappato dalla gabbia mentre giocava con la principessa!chiunque troverà il merlo benfello biscotto e minello sposerà mia figlia, la principessa benfiglia biscotto e miniglia !” .

Anche lo scemo del villaggio udi’ l’annuncio del re, e pensò che fosse l’occasione giusta per smettere di essere lo scemo del villaggio , cosi organizzò un trabocchetto per ingannare tutti:prese una colomba bianca, la dipinse di nero, gli mise un becco giallo e lo vesti’ come il” merlo benfello biscotto e minello” .

Con il falso merlo benfello biscotto e minello si diresse verso il castello ed il re “benfè biscotto e minè” gli disse:” Caro scemo del villaggio , tu hai trovato il merlo benfello biscotto e minello , e come ho promesso ti darò in sposa mia figlia benfiglia biscotto e miniglia !” , ma proprio in quel momento arrivò un temporale e le gocce di pioggia caddero sulle piume del falso merlo benfello biscotto e minello sciogliendo la pittura e rivelando l’inganno!Allora la figlia benfiglia biscotto e miniglia si mise a piangere esclamando che quello non era il suo merlo benfello biscotto e minello !Il re “benfè biscotto e minè” vedendo la figlia in lacrime decise di cacciare lo scemo del villaggio per aver fatto piangere l’amata figlia” benfiglia biscotto e miniglia.

Lo scemo del villaggio s’incamminò verso il bosco ripensando alla brutta figura fatta, pensava che avrebbero continuato a chiamarlo” lo scemo del villaggio” , ma proprio in quel momento sente una voce cantare e lo scemo del villaggio chiese:” chi sei?” , e la voce rispose: “io sono il merlo benfello biscotto e minello !” , allora lo scemo del villaggio gli disse: “ma cosa fai su quell’albero? Ti stanno cercando!” ed il merlo rispose: “non sono più capace di scendere, mi puoi aiutare? In cambio sarai tu a riportarmi dalla principessa benfiglia biscotto e miniglia“.

Lo scemo del villaggio, che non era poi tanto scemo, disse: “se tu il vero merlo benfello biscotto e minello devi dimostrarmelo!” , allora il merlo sollevò un’ala e mostrò la piuma d’oro che solo il vero merlo benfello biscotto e minello poteva avere! Lo scemo del villaggio sali’ sull’albero, prese il merlo benfello biscotto e minello e lo portò al castello dicendo ad alta voce: “Re benfè biscotto e minè, ho trovato il merlo benfello biscotto e minello!”.

Incredulo alle parole udite, il re benfè biscotto e minè scese nel cortile del castello e disse allo scemo del villaggio: “Per dimostrare che questo è il vero merlo benfello biscotto e minello devi prendere un secchio d’acqua e bagnargli le piume!”; lo scemo del villaggio fece come il re “benfè biscotto e minè” aveva richiesto e le piume del merlo rimasero nere.

A quel punto il re benfè biscotto e minè disse: “potrebbe essere un merlo qualunque! Figlia mia, benfiglia biscotto e miniglia, vieni qui e controlla se questo merlo è veramente il tuo merlo benfello biscotto e minello!”, la principessa benfiglia biscotto e miniglia alzò l’ala al merlo e vide la piuma d’oro! Gioiosa e felice esclamò: “é lui, il mio merlo benfello biscotto e minello!”.

Il re “benfè biscotto e minè” disse allo scemo del villaggio: “Come promesso sposerai mia figlia benfiglia biscotto e miniglia!”.

Fu cosi che lo scemo del villaggio non fu chiamato più lo scemo del villaggio.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti