19Ott
2011
tartarugo-fumatore

Il tartarugo fumatore

Fiaba di: marrazzo carmela

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Ughetto, tartarugo perfetto
aveva  un solo gran difetto:
fumava più di un turco.
L’odore di tabacco
forte e penetrante
nauseava Pallina
tartarughina assai carina
che gli aveva detto infine:
-Sarai pure perfetto
Ma più non ti sopporto!
Ti lascio caro Ughetto-
Sempre solo tutto il giorno
Il tartarugo fumatore
si annoiava ed intristiva
e fumava  ancor di più.
Una nuvola di fumo
nera e densa l’avvolgeva
annebbiandogli la mente
finchè un giorno impietosita
intervenne la fatina tartaruga
abitante di un boschetto.
-Ughetto,  Ughetto
a che  serve esser perfetto
se affoghi tutto solo
nel tabacco?
Vieni, stai con me
per un mesetto-
Lo prese per mano
e lo condusse con sé.
All’alba si alzava Ughetto
e dopo la colazione
partiva per funghi
assieme a Birillo
cane anziano ed arzillo
Cibo sano e passeggiate,
lunghe chiacchierate
con gli animali del bosco
aria buona e tanti impegni
Ughetto scordò il tabacco.
Allo scoccare del mese
mentre spaccava legna per lo spiedo
ecco da lontano arriva Pallina
per mano alla fatina..
Si corsero incontro felici
-Che buon odore hai Ughetto!
non più pelle grigia né dita gialle….
Ora si, sei proprio perfetto!”
gli disse l’amata stringendolo forte.
Alle nozze, che si tennero presto
parteciparono la fatina, Birillo
e tutti gli animali del bosco
che in coro gridarono:
-W Pallina! W Ughetto
non più fumatore
ma tartarugo perfetto!”
?

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti