Immagineppp_1

Ipponuvolo

Fiaba pubblicata da: marrazzo carmela

Ipponuvolo cercava

una nuvola d’amare

tutti i giorni si affacciava

da quel buco nella tana.

Pioggia, vento e nubi  nere

minacciose e dispettose

rovesciavano sul prato

lì davanti alla sua casa

acqua e grandine a cascata.

Ipponuvolo intristì

non giocava neanche più.

La sua mamma, poverina

gli spiegava  che d’ìnverno

è frequente e anche normale,

bisognava aver pazienza

ogni cosa ha il suo momento

E accarezzava preoccupata

quel figliolo capriccioso ed impaziente.

Finalmente un bel mattino

preceduta da una rondine

che si posò sulla sua casa

la primavera si annunciò.

-E’ ora! E’ ora mamma!”

e corse fuori scalzo

e col pigiamino giallo.

Steso pancia all’aria

la sua nuvola cercò.

La intravvide un solo istante

rosa e soffice e carina.

Poi d’improvviso il cielo si oscurò

la nuvoletta gli sorrise da lontano

e  si allontanò di corsa

all’arrivo dell’esercito dei nembi.

Lampeggiò, tuonò

e Ipponuvolo tutto si bagnò.



Altre fiabe che potrebbero piacerti