12Set
2018

Amelie lucciola senza luce

Fiaba di: Orsola

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Le lucciole sono una comunità di piccole amiche della luna!

Sono molto laboriosa e per natura sono molto serene ed allegre.

C’è chi canta, chi narra, chi fa dolci, chi spazza e chi impazza.

Il compito delle nostre amiche è di far luce ai bimbi che non prendono sonno

Ma guardate lì, c’è Amelie! Una piccola lucciola senza luce, lei è spazzina.

“Oh me povera, me tapina, io come farò senza luce? Aiutatemi!”

“Non temere cara, ognuno di noi è importante nella vita, qualunque sia il nostro compito, il Signore delle Lucciole ci ha creati  per potervi adempiere. Fai del tuo meglio e lui ti ringrazierà”.

Una notte Regina sentì un bimbo piangere e pensò ad Amelie.

“Piccola mia, fai una visitina a quel bimbo e con tutta la tua dolcezza fagli compagnia” propose.

“Maestà, io non ho luce”.

“Non è un problema, sii dolce e semplice, basterà!”.

Amelie si mise in cammino e dopo poco tempo arrivò. Il bimbo piangeva, ma lei ebbe un’idea: “Luna, Signora del Cielo, illuminami”.

La Luna, sorridendo, l’accontentò.

Vestita di raggi di luna la nostra lucciola divenne bellissima.

Il bimbo nel veder così tanta luce si calmò ed Amelie, felice, corse dalla Regina per dare la bella notizia.

“Vedi, la tua idea è stata premiata”.

In quell’istante si sentì un tremito e un calore.

“Regina mia, che mi succede?” chiese stupita.

“Nulla cara, ora hai anche tu la luce! E’ un dono di Madre Natura per la tua buona volontà”.

Non riuscì a credere ai propri occhi: divenne la lucciola più felice del mondo e volò da tanti bimbi per la ninna nanna.

Finalmente capì che la buona volontà verrà sempre premiata e che nella vita anche un piccolo aiuto è sempre bene accetto.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti