25Set
2012
tempio-luce

Il tempio di luce

Fiaba di: GIOVANNA MANGONE

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

In un piccolo paese della Grecia circondato dall’immensità del mare viveva con il padre un grazioso bambino dei capelli ricci e neri di nome Noel dal carattere irrequieto ed estroverso.

Noel adorava molto studiare, giocare e divertirsi.

Il padre era un uomo mite e gentile dai modi cortesi che lavorava nei campi agricoli dalla mattina alla sera.

Noel aveva un sogno quello di diventare un famoso marinaio e avventurarsi tra i colori incantati del mare.

Un bel giorno d’estate di inizio agosto mentre Noel si incamminava come ogni giorno lungo la solitaria spiaggia che tratteggiava il piccolo paese ,vide scorgere da lontano tra i granelli fini di sabbia dorata una splendida conchiglia a forma di stella fatta di oro zecchino che luccicava come il sole.

Noel meravigliato dalla bellezza e dalla forma di quella conchiglia la raccolse,la prese tra le mani,la guardò con attenzione e poi l’accostò all’orecchio per udire il canto del mare e disse “Chissà da dove proviene questa splendida conchiglia stellare? E come mai il mare l’ha portata fin qui? Noel cominciava a porsi dentro di se mille domande ,ma non riuscì a trovare una risposta plausibile.

Allora dopo una lunga riflessione decise con risolutezza di portarsela via con se e di custodirla come se fosse un prezioso tesoro.

Noel non sapeva che quella famigerata conchiglia stellare di oro zecchino appartenesse ad un incantevole sirena che appariva tra le spume del mare soltanto la magica notte delle stelle cadenti.

Noel andò subito a casa, portando con se la conchiglia di oro zecchino e la poggiò sul tavolo della sua scrivania insieme ai libri di scuola che rimase giacente per tutta la notte.

La mattina seguente Noel preso dell’euforia si avviò di nuovo lungo la spiaggia con la speranza di poter trovare altre conchiglie stellare.

Ma di colpo dietro il litorale dove ormeggiavano silenti piccolebarche di legno vide un bellissimo ponte costruito tutto di sabbia che all’apparire sembrava un monumento d’arte antico.

Al centro di questo arabesco ponte di sabbia risiedeva una porta fatta di blocchi di pietra d’argilla.

Noel perplesso disse “Cosa mai ci sarà dietro questa porta? Voglio subito scoprirlo……Con temerarietà Noel apri lentamente la porta di pietra d’argilla e si sporcò subito le mani perché l’argilla eraancora fresca e ad un tratto con occhi spalancati vide un maestoso tempio circondato da un recinto di pietra verde sagomate a rombo.

Il tempio era formato da 24 colonne altissime come le torri dei castelli ed erano tutte fatte da lastre di vetro trasparenti che riflettevano di luce pura.

E all’interno dell’aria sacra emergeva un meraviglioso diadema costituito da una sottile lamina d’oro finemente decorata da due preziose conchiglie stellare di oro zecchino.

Noel esterrefatto da tutto quel miraggio disse“Com’è possibile che un tempio cosi bello elegante ed imponente si trovi qui su questa spiaggia appartata? È come mai non mi sono accorto prima della sua esistenza? In verità Noel non sapeva più cosa pensare ….tutto era avvolto da un arcaico mistero…….Venne la sera e Noel si preparò per uscire in paese e decise cosi di portare con se la conchiglia stellare ad un tratto pensò di avviarsi di nuovo lungo la solitaria spiaggia per dirigersi verso la porta del ponte di sabbia che portava altempio.

Quella sera il cielo era nitido un lieve venticello caldo sfiorava le onde del mare che si increspava formando piccoli tratti spumeggianti e la luna cosi bella ed altera rifletteva la sua luce tra i cristalli d’acqua.

Era proprio un paradiso di luci e colori.

Di colpo come per incanto tra le onde spumeggianti del mare apparì una  iridescente creatura dai lunghi capelli blu e dagli occhi azzurro cielo che infondevacon il suo dolce canto una melodiosa musica dal suono sublime che si propagò per tutto il litorale.

Era una sirena bella come una stella Noel rimase affascinato dalla bellezza della sirena e balbettando disse “ Non posso credere ai miei occhi voi siete una vera sirena del mare? Cosa ci fate da queste parti? La statuaria sirena usci dalle acque del mare e si avvicinò sulla riva dove giaceva immobile Noel e con voce modulante disse “Benvenuto nel regno del mare , mi chiamo Luce sono la sirena del mare protettrice dei templi, tu sei Noel e abiti su in paese”? Noel allibito disse “come fai a conoscermi”? La magica sirena Luce rispose “Noi sirene abitanti del mare possiamo leggere nei pensieri degli esseri umani e questo immenso mare ti appartiene da sempre, perché tu hai un grande sogno da realizzare quello di diventare un famoso marinaio” “E’ vero disse Noel io da grande voglio navigare adoro il mare e metterò tutta la mia buona volontà la mia forte passione per diventare un giorno un bravo marinaio.La bella sirena lo guardò intensamente negli occhi con dolcezza e poi esclamò “ Questa è la notte delle stelle cadenti, tra poco assisterai ad un bellissimo spettacolo che illuminerà tutto il cielo e tu esprimerai un desiderio, in questa notte magica tutti i desideri si avvereranno e l’infinito spazio celeste si riempirà di piccole gocce colorate che attraversando l’atmosfera traccerà nel cielo una lunga scia luminosa.

Ma adesso Noel vieni con me ti porterò nel mio tempio li assisteremo a questo evento.

Noel felice segui la sirena che lo portò nella porta di pietra d’argilla lungo il magico ponte di sabbia.

Arrivati alla meta la bella sirena Luce con un piccolo e leggero movimento di mani apri la porta delicatamente come un soffio e lo fece entrare nel maestoso tempio la dimora della sirena del mare e disse “Noel tu ci sei stato pochi giorni fa , ma non sai che qui è tutto magico e questa notte succederà qualcosa di veramente speciale” “ Cosa succederà di cosi speciale” disse Noel“Ascolta bene rispose la sirena , quando dal cielo pioveranno tantissime stelle il mio tempio magicamente si accenderà di luci multicolori che varieranno di intensità e vedrai una suggestiva sinfonia di colori simili ad un arcobaleno in quel momento tu esprimerai un desiderio che ti sta veramente a cuore e pronuncerai queste parole STELLA MIA BELLA STELLA DESIDERO CHE……..poi continua tu……ad esprimere un tuo desiderio” Noel aveva già il suo desiderio nel cuore e aspettò con pazienza la pioggia di stelle cadenti ! La bella sirena Luce andò a prendere il suo prezioso diadema di lamina d’oro custodito su un grande tavolo di bronzo all’interno del magico tempio, ma vide qualcosa di molto strano la conchiglia stellare che decorava il diadema erano solamente due ,ma dov’e’ finita la terza conchiglia? V i ricordate bambini? La terza conchiglia stellare ce l’aveva Noel che l’aveva trovata giacente lungo la spiaggia.

La bella sirena luce guardò Noel con espressione affermativa e rivolgendosi verso di lui disse “ Noel tu ha un qualcosa di molto prezioso che appartiene da secoli a me e a questo tempio e la conchiglia stellare dioro zecchino che ai trovato su questa spiaggia ,ora me la devi consegnare perché la dovrò incastonare nel mio diadema che tra poco indosserò tra i miei capelli.

Noel non fiatò tirò fuori la conchiglia e la consegnò alla bella sirena luce.

La sirena prese il prezioso diadema , incastonò la terza conchiglia stellare mancante e la indossò fra i suoi lunghi capelli profumati di mare.

Ora tutto era pronto per assistere alla magica notte di stelle cadenti.

Venne l’atteso momento e Noel alzò gli occhi verso il cielo infinito e sbalordito vide uno spettacolo magico milioni e milioni di stelle cadenti illuminavano il firmamento e di colpo il tempio di luce si accese di infiniti colori variopinti.

Era un panorama straordinario e Noel ebbe l’impressione di restare sospeso in uno spazio immenso dove tutto era possibile anche volare.

La bella sirena luce disse “ Guarda Noel quello che vedi lassù questa notte sono gocce di lacrime di bambini che non possono realizzare i loro desideri perché da grande non hanno saputo lottare e combattere per i loro sogni, mentre tu Noel sei un bambino che da grande lotterai con tenacia e caparbietà per realizzare ciò che il tuo cuore desidera ardentemente….ricordati sono i sogni che muovono il mondo” Noel apprezzò molto le parole della bella sirena Luce che contento disse “ questa è stata la notte più bella di tutta la mia vita non la dimenticherò mai” La sirena Luce esclamò “ E’ arrivato il momento di andare il mare mi aspetta mio piccolo Noel adesso dovremo salutarci ma prima ti riconsegnerò la  mia conchiglia stellare d’ora in poi sarà sempre tua la porterai con te nei tuoi intraprendenti viaggi e rappresenterà per te la stella del tempio.Dopo queste parole improvvisamente la meravigliosa sirena Luce spari tra le onde spumeggianti del mare e sia il tempio che il ponte di sabbia si dissolvero come fumo tre l’odore della salsedine.

Noel dopo questa avventura ritornò sù in paese dove il padre lo aspettava in casa.

Al rientro Noel raccontò tutta la sua storia al padre che lo ascoltò con premura e poi disse “Noel spero che questa magica avventura ti possa aver insegnato qualcosa in particolare la realizzazione dei propri desideri e dei proprisogni ma per fare questo bisogna prima prepararsi e studiare tanto ,solo cosi potrai vedere realizzati i tuoi desideri, ora figlio mio andiamo a dormire è tardissimo” Noel si avvio nella sua cameretta e preso dalla stanchezza cadde rannicchiato in sonno profondo.

La mattina dopo Noel felice si alzò dal letto con trepidazione prese in mano la conchiglia stellare che gli aveva regalato la bella sirena Luce e poi disse“Diventerò un bravissimo marinaio navigherò per gli oceani del mondo ed entrò nella storia del mare.

E’ fu cosi che Noel diventato oramai grande realizzò con amore e passione il suo più grande sogno senza mai dover mollare e arrendersi.

E la sirena del tempio che fine ha fatto? Il marinaio Noel non l’ha più incontrata però bambini dovete sapere che non si dimenticò mai di quella stupenda sirena dai lunghi capelli blu e dal suo magico tempio che gli regalò da bambino tantissime emozioni tanto chè durante uno dei suoi viaggi in mare Noel scrisse un fantastico racconto dedicato alla sirena Luce e al suo tempio dal titolo “IL TEMPIO DI LUCE”

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti