L’abbraccio della paura

Fiaba pubblicata da: Emanuele Guazzo

C’era una volta una realtà contorta che sembrava sempre più storta.

Ogni volta che piange un bambino se lo mangia un lupetto che di buon gusto fa il suo il suo ruttino.

Ogni volta che la mamma mi sgrida ho paura persino della mia cara e dolce mammina che mi sembra una streghetta e con la bacchetta fa comparire una calda coperta!

Non c’è tanta paura a meno che di notte non ci siano spiriti e diavoletti che fanno i furbetti e fanno i dispetti!

Quella notte di paura che ghiaccia pure il suolo della luna!

Sta per arrivare la magia di un Halloween vissuto in allegria!

Sono i giorni dove sento ed ascolto un vampiro che morde il collo alla vecchia signora che più che bella sembra al vampiro più buona!

Tanto poi mi sveglio ed era tutto un sogno! Anche quest’anno è passato un terribile Halloween.



Altre fiabe che potrebbero piacerti