12Nov
2015

Lo schiaccianoci e l’audace soldatino

Fiaba di: Orsola

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Uno schiaccianoci a riposo in un grossa scatola, sta lì nella sua bruttezza, fa quasi tenerezza, un dente quasi rotto.

Uno sguardo curioso, un soldatino in fila tra tanti altri ha ricordi d’amore …

“Caro mio era bello, sì che era bello, certo che era bello. In due il chiaro di luna. Un bel viso Gentile. Che emozioni si vivono”, sospira scacciandoci.

“Il tempo passa, non torna più, non si deve disperare, sarà il giorno di Natale e tutti i miracoli si possono avverare, anche quello ti sta a cuore, ma … ora ti dico: nella vita le semplici cose sanno appagare, se in semplicità noi possiamo vivacchiare, allora sarà un grande Natale”.

“Così faremo”

Da fuori un babbo Natale chiamava i bambini. Soldatino, per amore, quasi tremò e un raggio di sole lo illuminò.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura