04Ott
2016

La foglia e il volo

Fiaba di: Nonno Frank

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Tra colline e piccole valli vi è un bellissimo bosco dove al centro è cresciuto un tiglio molto, molto grande, che a primavera produce fiori profumati e per questo è sempre frequentato da uccelli e da insetti che volano.

Su di un ramo, uno dei più alti, vi è una foglia che guarda con invidia api e usignoli che le svolazzano attorno. Lei avrebbe desiderato volare come loro, ma quel picciolo la fissa indissolubilmente al ramo.

Ogni tanto arriva un cardellino…cicì…cicì, la saluta e lei lo vede spiccare il volo sconsolata. A volte arriva una coccinella tutta rossa con i suoi bei puntini neri, le si posa sopra,l’accarezza, poi apre le elitre…e via nell’aria.

Passano i giorni ed arriva l’autunno, molti uccelli sono partiti per luoghi più caldi e gli insetti che volano si sono fatti più radi.

La foglia di un bel verde carico, sta sfumando in un giallo sempre più intenso, fino a diventare quasi dorata.

Si alza il vento che scuote i rami che ondeggiano facendo cantare il bosco.

La foglia ha come un sussulto e con uno strappo quasi impercettibile si stacca dal ramo e…vola !

Leggera come l’alito che la spinge

tra luci ed ombre

gialla poi grigia

volteggia, plana, rimbalza

con dolce danza

piccola goccia d’oro

si posa poi tristemente

per finire il suo unico volo.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti