03Lug
2012
uovo-misterioso

L’uovo misterioso

Fiaba di: jana

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Era una calda mattina di maggio. Sul cielo azzurro il Sole e una piccola nuvoletta bianca giocavano a rincorrersi. Quella mattina il Sole era veloce e la nuvoletta non riusciva proprio a prenderlo.

Gli venne un idea…

Chiamò il suo amico vento e lo salutò:

– “ Buon giorno, vento! Per favore  potresti aiutarmi a prendere il Sole? “

– “ Certamente! “ e il vento soffiò.

Mentre la piccola nuvoletta bianca velocemente si avvicinava al Sole, il vento pensò:

– “ Essere bambini è proprio meraviglioso!!! “

In quel momento, nel bosco, nella sua tana, l’orsa Bruna stava ancora dormendo. Un rumore la svegliò. Aprì gli occhi ancora assonnati e davanti alle sue zampe c’era un uovo…

Bruna si stropicciò gli occhi per capire se stesse ancora sognando. Ma quel piccolo uovo era ancora lì.

Nella tana entrò il suo marito, l’orso Zampa. Vedendola con l’uovo, si meravigliò:

– “ Ti lascio solo per un paio d’ore e guarda cosa mi fai? Da quando mai sei capace di fare le uova? “

– “  Non lo fatto io! Quando mi sono svegliata l’uovo era proprio qui! “ gli spiegò l’orsa.

– “ Sarà stato il vento a portarlo da noi? Senti come soffia. ” disse Zampa.

Mentre i due orsi ascoltavano il vento si chiedevano:

– “ Chi sa da dove ha portato il vento l’uovo? “

In quel momento l’uovo rotolò un po’ a sinistra. Poi un altro po’ a destra…e poi si fermò… Dal suo interno si sentì un leggero tic-tic..poi un forte toc-toc..e il guscio si aprì. Due occhietti curiosi guardarono il nuovo mondo…

Una piccola testolina gialla guardò fuori… Era un pulcino. Un pulcino giallo, giallo come il sole!

Bruna e Zampa rimasero in silenzio a guardare questa dolce creaturina.

Il pulcino saltò fuori dal guscio e con, ancora insicuri, passetti si avvicino all’orsa.

– “ Mamma! “ chiamò e saltò nel suo abbraccio.

Tra le zampe dell’orsa, il pulcino sembrava ancora più minuscolo. Dopo si girò verso l’orso ed esclamò:

– “ Papà! “

Bruna e Zampa si guardarono e i loro occhi si illuminarono come le stelle nella notte. Da sempre il loro grande desiderio era di avere i cuccioli. Erano convinti che quando sarebbe stato il momento giusto, il cucciolo sarebbe venuto.

Il momento giusto era arrivato- ora tra le loro zampe tenevano il loro pulcino giallo.

L’orsa Bruna lo strinse dolcemente a se e disse:

– “ Sei il dono più bello della vita! “

Il piccolo pulcino pensò:

– “ Che caldo e morbido è l’abbraccio della mamma! “

Poi la mamma orsa lo guardò nei occhietti e li sussurro:

– “ Per magia sei arrivato nella nostra famiglia. Sei un pulcino speciale e sono sicura che farai grandi cose nella tua vita! “

Così quella calda mattina di maggio Zampa e Bruna accolsero un nuovo membro nella loro famiglia. E dal primo momento, pur essendo diverso da loro, lo amarono con tutto il cuore.

IL MONDO è BELLO PROPRIO PERCHE È PIENO DI COLORI DIVERSI!

SEI D’ACCORDO?

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti