06Mag
2014
soldatino-bionico

Il soldatino bionico

Fiaba di: Redazione

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

C’era una volta un soldatino di nome Billy che è stato regalato a un bambino di nome Tom il giorno di natale da suo nonno.

Il nonno di Tom “Auguri di buon natale Tom questo regalo speciale è per te, apparteneva a me quando ero bambino come te!!” Tom scarta il regalo e apre la scatola dall’aspetto antico ma ben tenuto.  Era un bellissimo soldatino di legno. Tom fu molto contento del regalo, lui ama i soldatini né ha una colezione bellissima.

Tom: “Grazie nonno è bellissimo lo metterò insieme agli altri soldatini così può fare amicizia con gli altri miei amici soldatini!!”

Tom aveva molta fantasia amava parlare con i suoi giocattoli. Il Soldatino Billy si sentiva solo in quella stanza, non conosceva nessuno, era tutti soldatini belli e forti ma lui non si perse d’animo e cominciò a provare a fare amicizia con loro.

Il soldatino Billy “Ciao io sono nuovo di qui mi chiamo Billy il soldatino di legno, piacere di conoscervi e spero di poter fare amicizia con voi”. Tutti lo guardavano in modo strano ma lui non ci fece caso. Era un soldatino speciale era senza una gamba. Il primo a farsi avanti per conoscerlo è il soldatino di lego.

Il soldatino Legoland “Ciao io sono il soldatino di nome legoland benvenuto!!! Tra noi. Cosa ti è successo alla tua gamba di legno?”.

Il soldatino Billy “Sono un po’ vecchietto o i miei anni, ho giocato molto con il mio amico Gerry il nonno di Tom ed è per questo che sono rimasto con una gamba sola ma questo non mi crea problemi.”

Il soldatino Legoland “Ho capito per me non cambia niente, fai parte di noi!! Vieni a conoscere gli altri soldatini.”

Con grande tenacia e forza di volontà, si mise in piedi e saltando come un grillo raggiunse gli altri.

Il soldatino Legoland “Amici soldatini, vi presento il soldatino Billy, salutiamolo dandogli il benvenuto!!”

Il Generale di piombo “Benvenuto soldato nel nostro plotone!!”

Il soldatino Billy “Grazie Generale sono felice di essere qui con voi.”  Ad un tratto cade a terra era stanco di stare in piedi. Ci fu una grande risata generale, l’unico a dargli una mano è il soldatino lego. Si sentii deriso e messo da parte degli altri soldatini.

Tom dopo essere stato fuori al parco per tutto il pomeriggio con tutta la famiglia, arrivato a casa si dirige verso la sua camera per giocare con i suoi soldati, ma vede che il soldatino Billy era tutto solo in disparte, mentre gli altri erano insieme come sempre. Tom era dispiaciuto per tutto questo, ma non si da per vinto e riavvicina il soldatino Billy agli altri.

Tom “Cercate di fare amicizia con il vostro nuovo amico Billy, non lasciatelo da solo, lui non ha nulla di diverso rispetto a voi anche se ha una gamba sola.” disse tom agli altri soldatini ed esce dalla sua camera.

Il soldatino di Piombo “Eccolo di nuovo tra noi, il soldatino senza una gamba.” scatta una risata generale.

Il soldatino Legoland “Perché lo prendete in giro siamo tutti uguali con le nostre diversità anche se siamo soldati. Tom ci ha insegnato a rispettarci l’uno con l’altro facendo gruppo se abbiamo delle difficoltà, ma questo vedo che nessuno lo ha imparato.”

I soldatini “Noi non vogliamo giocare con lui è diverso da noi e fa fatica a stare in piedi!!”.

Il soldatino Legoland “Lo so che fa fatica a stare in piedi ma può fare tante altre cose. Voglio vedere voi se eravate al suo posto, Cosa avreste fatto?”. Nessuno ha il coraggio di rispondere rimasero tutti in silenzio. L’unico che era d’accordo con il soldatino Legoland era il generale di piombo.

Billy non sa cosa fare per essere accettato dagli altri e quindi decide di ritornare nella scatola e non uscire mai più dalla vergogna.

Il piccolo Tom è ora che vada a dormire perché domani deve andare a scuola. Va in camera e vede che la situazione non è cambiata per niente anzi è peggiorata, vede il suo povero amico di legno chiuso nella scatola tutto triste.

Il giorno dopo Tom tornato da scuola va a trovare il nonno e porta con se la scatola con il soldatino.  Lui spiega che il suo soldatino Billy sta sempre solo non stando mai con gli altri amici. Il nonno ascoltando la storia vuole aiutare suo nipote e risolvere il problema

Il Nonno” Vediamo cosa posso fare per aiutare il tuo soldatino per non farlo sentire solo e isolato dagli altri giocattoli, Va bene Tom?” disse il nonno al nipote.

Tom “Grazie nonno dell’aiuto ci vediamo dopo vado a pranzo!!”. Da un bacio al nonno e si dirige verso casa.

Intanto in camera di Tom, i soldatini sono preoccupati di non vedere  Billy nella stanza, forse cominciavano a capire che sono stati cattivi e avevano esagerato con lui non mettendolo a proprio agio.

Il soldatino Legoland “Avete visto cosa avete fatto!!  E’ andato via chissà se ritornerà tra noi tutto questo perché non si sentiva accettato da voi”. Tutti si sentivano in colpa per quello che avevano fatto e non sapevano come rimediare per farlo tornare a casa. Cominciarono a cercalo per tutta casa in ogni piccolo angolo, ma niente, ormai si faceva sera e del soldatino Billy ancora nulla.

Poco dopo suonano alla porta era il nonno di Tom Giovanni “Sono venuto io perché fuori cominciava a piovere e non volevo che ti bagnassi”-

Tom “Ciao Nonno!!!” era tutti contento di vederlo e non vedeva l’ora di rivedere di nuovo il suo amico soldatino come stava. “Nonno sei riuscito a far stare meglio il soldatino Billy?”.

Nonno Giovanni tutto soddisfatto apre la scatola e tira fuori il soldatino Billy rimesso completamente a nuovo, soprattutto aveva una gamba nuova di latta.

Tom “Grazie nonno ma è bellissimo con una gamba nuova! Diventerà il soldatino bionico. Anche Billy era contento della sua nuova gamba bionica, si sentiva un soldatino speciale e non vedeva l’ora di rivedere gli altri giocattoli ma in particolare il soldatino legoland che lo ha aiutato fin da quando arrivato cercando di integrarlo nel gruppo.

Tom da un grosso abbraccio al nonno del bel regalo e lo fa vedere anche a sua mamma e suo papà, poi tutto orgoglioso porta il suo soldatino bionico Billy nella sua camera e lo fa vedere a tutti gli altri.

Tom “Ecco a voi il nuovo soldatino bionico Billy!!! Rimesso a nuovo con anche una gamba nuova, lo metto vicino a voi così lo potete salutare, comportatevi bene stavolta, fate i bravi”. Tom torna di la in sala.

I soldatini e i giocatoli appena lo videro si scusarono con lui per il loro comportamento, erano felici di rivederlo.

I Giocattoli e i soldatini”Siamo felici che sei tornato a casa d’ora in poi non ti faremo sentire solo, nessuno sarà mai più solo anche se siamo diversi!!

Billy il soldatino bionico “Grazie amici sono felice di rivedervi, ho una gamba nuova bionica avete visto?”.

I Soldatini”Bello stai proprio bene!!!”. Billy dal cuore grande persona tutti e da allora tutti andarono d’accordo aiutandosi l’uno con l’altro senza alcuna differenza

***

MORALE DELLA FIABA  Questa storia/fiaba vuole insegnare il che ognuno deve essere rispettato anche se è diverso da noi, infondo siamo tutti uguali e siamo tutti speciali e da questo possiamo imparare cose belle e positive.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura