17Dic
2013
fuoco-rosa-rita

Il fuoco

Fiaba di: Rosa Rita

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Il fuoco scoppietta con gioiosa danza
e io lo guardo nella sua grande baldanza.
Pare un folletto con un cappello appuntito
che fa capolino con gioco divertito.

Tante facce, una ad una, compaiono strane:
con i baffi, con gli occhialoni, con il naso grosso e anche facce di rane!
Le sue fiamme si alzano alte sino al cielo,
come fossero fiori rossi nel loro lungo stelo.

Le guardo, le osservo con grande concentrazione
seduta sul vecchio e di legno seggiolone;
il loro calore mi fa pensare alla vicinanza di mamma e papà
e del loro amore di cui ci si nutre a sazietà.

Le fiamme sembrano mani che accarezzano rosse
come danze in sinuose mosse.
Il legno si brucia e diventa brace
e tutto intorno, piano, piano tace.

Il ciocco è un drago che sputa sul braciere,
come fosse con la spada infilzato da un cavaliere.
Il legno grosso è preso dal boscaiolo vero
che lo ha ricevuto in dono dall’albero fiero.

L’albero con amore ha donato se stesso
perché l’uomo rinunciasse a ciò che della vita è complesso
E per un momento si potesse sdraiare
e dal divano farsi coccolare.

Il tepore scalda piano…. e io e te bambino
tiriamoci accanto solo un pochino!
Stringiamoci stretti…..stretti…..stretti
Cosi sembriamo due cuori perfetti.

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti