Il mulo che porta reliquie

Il mulo che porta reliquie

Fiaba pubblicata da: Redazione

Nel portar certe reliquie
un muletto lusingavasi
che per lui gl’incensi fossero
e le lunghe litanie,
onde spesso riverente
per le piazze, per le vie,
salutavalo la gente.

Ma trovò chi finalmente
gli levò dal cor l’inganno:
– Non per te gl’incensi e i cantici,
bestia sciocca,
dal buon popolo si fanno,
ma per ciò che in spalla porti.
Rendi dunque alle reliquie
quest’onor che non ti tocca -.

Alla croce, al grado, al titolo,
illustrissimi cretini,
non a voi sono gli inchini.



Altre fiabe che potrebbero piacerti