08Lug
2015

La formica dormigliona

Fiaba di: Letizia Pucci

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

La formica dormigliona
si svegliava di buon ora,
tre biscotti a colazione
le veniva un gran pancione.

A lavorar così non ci riusciva
e per questo s’impigriva,
nel suo letto se ne stava
e pian pian s’addormentava.

“A poltrir non si può stare
qui si deve lavorare!”
Le sue amiche formichine
quanto lavoro avevano, poverine!

Tanto cibo trasportavano
mentre l’altra formica dormir guardavano.
Finchè un giorno stufe e stanche
a svegliarla andarono in tante.

La formica che non capiva
ad alzarsi non riusciva
“Non ho voglia, lasciatemi a letto”
era per lei presto detto.

Le altre formiche si arrabbiaron
giù dal letto la gettaron
La dormigliona così si alzò
ed a mangiare cominciò

“Questo cibo è lavor nostro
se vuoi i biscotti mettiti sotto”
E così la gran pigrona
piano piano diventò buona.

A lavorare cominciò
e i suoi biscotti si mangiò!!

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti