24Set
2012
tre-porcellini-audio

I tre porcellini // Audio fiaba

Fiaba di: Alessandra

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

I tre porcellini è una fiaba tradizionale europea di origine incerta.

Pubblicata per la prima volta da James Orchard Halliwell-Phillipps intorno al 1843 nella raccolta Nursery Rhymes and Nursery Tales, riprende certamente un racconto della tradizione orale di molto antecedente.

Nella sua forma forse più nota la storia apparve nelle English Fairy Tales di Joseph Jacobs del 1890, che segnalava Halliwell-Phillipps tra le sue fonti.

Come Cappuccetto Rosso, anche I tre porcellini ha contribuito notevolmente a consolidare nella cultura popolare la figura del lupo cattivo, uno dei più comuni personaggi delle fiabe.

(Wikipedia)

Clicca su “Leggi tutto” per ascoltare l’audiofiaba.

L’audiofiaba

Il testo originale dei fratelli Grimm

In prossimità di un bosco, vivevano tre porcellini.

Per mettersi al sicuro da un certo lupo che abitava nei paraggi, decisero di costruirsi tre casette.

Il più volenteroso si procurò calce e mattoni, gli altri decisero di affaticarsi di meno e preferirono l’uno la paglia, l’altro il legno. In poco tempo e con poca fatica, la casetta di paglia fu pronta.

Ma la debole costruzione non resistette al primo assalto del lupo. Bastò un semplice soffio e il porcellino si trovò senza riparo.

Impaurito, corse a perdifiato verso la casetta di legno.

Pensando di essere al sicuro, i due porcellini risero alle spalle del fratello che, con tanto impegno e fatica, si era costruito la casa in mattoni. Intanto il lupo non volle darsi per vinto così facilmente e, dopo una bella corsa, si fermò davanti alla casetta.
– Aprite – intimò ai due porcellini.
– Vattene, non ci fai paura… –

Allora il lupo raccolse tutto il fiato che aveva e soffiò più forte che mai.

In un attimo la porta cedette e ai due malcapitati non restò che correre dal saggio fratello.

I tre fratelli fecero appena in tempo a chiudere la porta in faccia al lupo. In quel momento i due porcellini, ansanti e ancora spaventati, capirono quanto è importante fare le cose con impegno.

Ora erano al sicuro, ma come liberarsi del lupo?

Il lupo innervosito, capì che questa volta non sarebbe bastato soffiare sulla casa per aprirsi un varco. Si accanì allora sulla porta, ma questa, che aveva cardini robusti, non cedette.

Il lupo, credendo di essere molto furbo, si arrampicò su un albero e pensò di sorprendere i tre porcellini entrando in casa dal camino. Nella foga di attuare il piano, non si accorse che il porcellino saggio si era reso conto delle sue intenzioni.

Il porcellino gli preparò, svelto svelto, una sorpresa.

Accese un bel fuoco nel caminetto e aspettò che il lupo vi cadesse sopra.

A questo punto il lupo, stanco e bruciacchiato, si allontanò di corsa e non si fece più vedere.

Da quel giorno i tre porcellini vissero al sicuro nella bella casetta di mattoni.

 

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti



Consigli di lettura