26Lug
2017

Il concerto del vento

Fiaba di: Nonno Frank

Pubblicità

Questo spazio permette al sito di offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti!



La fiaba

Il vento arrivò lieve e si insinuò nel bosco , salì sul monte e da lì cominciò a dirigere il grande concerto.

Scosse le frastagliate foglie della quercia …”friii…friiiiii” , si scagliò sulle grandi foglie del castagno ” fruuuuu…fruuuu”, lambì le leggere foglie dell’acacia ” vrrrrrrr….vrrrrrrr” , squassò le canne e i bassi cespugli …” froooooo… frooooooo”.

Un ‘allodola che svolazzava attorno sì unì all’orchestra …” ciciciciuuuciciciuuuu”, la cincia non fu da meno e cominciò col suo “friciu, friciu, friciu”. Il merlo , tenore per eccellenza , dall’alto dell’acero lanciò il suo “fiuuu ..fiuuu..fiuiiiiiiiii “.

La ghiandaia spaventata volò via gridando “ia ..ia…ia…fiaaaaaaa” e un gufo scocciato si ritirò nel cavo di un albero con un “uh uh !”di protesta.

Fruscii, ticchettii , battiti completarono la grande sinfonia , ma una nuvola dispettosa scaricò un mare di pioggia sul bosco , il vento se ne andò altrove a continuare il suo concerto e rimase solo il ” tic…tic…tic ” lento e monotono delle gocce .

Consigli di lettura

Commenta la fiaba



Altre fiabe che potrebbero piacerti