icon_rssicon_facebookicon_twitter

Link sponsorizzati

Il nostro copyright

Dove non diversamente indicato, alle opere presenti su questo sito, si applica la licenza Creative Commons seguente:

cc

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate. Per informazioni clicca qui.

Le altre fiabe

android-icon-200Tutti preferiscono i cantanti

Ma di lettori c'è ne sono davvero tanti

I miei lettori preferiti sono quelli di "tiraccontounafiaba", di sicuro

Come a me non piacciono i colori chiari ma un colore scuro

Tante storie di appassionati ne invian di più

Anche della nascita di cristo Gesù

Leggi tutto...

banda-nomi-straniUn Tizio camminando per strada incontrò due persone che si chiamavano Caio e Sempronio. Così Tizio, Caio e Sempronio continuarono a camminare ed incontrarono altri due strani personaggi: Tale e Quale. Allora Tizio, Caio e Sempronio, Tale e Quale, chiacchierando fra loro del più e del meno, continuarono a passeggiare e si imbatterono in due tipi ancora più strani: l'Uno vale l'Altro.

E cosi Tizio, Caio e Sempronio, Tale e Quale e l'Uno vale l'Altro raggiunsero una gande piazza e lì furono raggiunti da altre due figure strambe: Zuppa o Pan Bagnato. Ecco che Tizio, Caio e Sempronio, Tale e Quale, l'Uno vale l'Altro e Zuppa o Pan Bagnato andarono avanti per il loro cammino scontrandosi con due tipi veramente fuori dal normale: Di Riffa e Di Raffa.

Leggi tutto...

giorno-memoria-olocausto-non-dimenticareNon dimenticare
dormiamo sogniamo
fantasmi
di ricordi terribili
ci affiorano alla memoria

Leggi tutto...

macchiolina-macchia-bizzarraLa storia di Macchiolina: una macchia bizzarra!

C'era una volta , tanto, tanto tempo fa, nel paese di Guarda un po', una macchia piccola e irregolare dai mille colori.

Macchiolina era un po' piccola, ma tanto curiosa.

Non aveva una forma definita e non assomigliava a nulla.

Ma lei era decisa a trovare il suo posto nel mondo.

"Ciao Bambini! Io non sono sicura di chi sono, ma lo scoprirò!" disse.

Leggi tutto...

notte-nataleC'è silenzio d'intorno
nella valle deserta.

Avvolta nei cenci
la sua bimba malata
incurante dei sassi
che le feriscono i piedi
la porta da Lui.

La salverà di sicuro
quel Dio
portato nel villaggio
da suor Hope.

Leggi tutto...

aquiloneDue pezzettini
di carta colorata

una cordicella fine fine
vola nel cielo azzurro

gira e rigira
nell'aria
volteggia
fa capriole

Leggi tutto...

nato-bimbo copy copy copyDue occhi
aperti
che scrutano
smarriti
vedono i color
sentono le voci

Leggi tutto...

coniglietto-nonnoMi chiamo Giacomo e nonostante i miei otto anni, ci sono momenti della vita dove vorrei il tempo si fermasse.

Il fine settimana passato dai nonni nella verde campagna è uno di questi: uno stacco dalla città frenetica e dai mille impegni quotidiani.

La casa di nonno Tullio e nonna Maria si trova immersa nella natura e la mattina quando mi alzo dal letto, dalle finestre non vedo grattacieli e fabbriche fumose, non sento i clacson impazziti delle auto, ma vedo alberi e fiori e posso udire il cinguettio degli uccellini.

Leggi tutto...

re-foresta copyC'era una volta un Leone Grande grande grande che viveva nella Foresta più bella del mondo...lui era il Re di questa foresta e ne era molto fiero.

Aveva una bella famiglia, c'era mamma Leonessa, il piccolo Leoncino e la piccola Leoncina, tutte le mattine, dopo aver fatto colazione tutti insieme, il Papà leone salutava la sua famiglia e andava a fare un giro di ricognizione nella foresta. Aveva l'abitudine di controllare che tutto fosse apposto e che nessuno dei suoi Amici avesse problemi.

E così, usci da casa e fischiettando cominciò il suo giro...nel suo percorso incontrò per primo la scimietta..."buongiorno scimmia, come stai?"chiese il leone "buongiorno a te leone, io sto bene grazie, sto facendo il solito giro mattutino di controllo.."la scimmia rispose"che meraviglia leone, questa cosa mi rende proprio sicura, grazie"il leone sorrise e rispose "grazie a te, buona giornata".

Leggi tutto...

fiocchiDal cielo blu
scendono tanti fiocchi di neve
come gocce di stelle:
volano,
cadono,
brillano.

Leggi tutto...

principessa-antipatica-rastrello-magicoC'erano una volta un re e una regina che nel loro castello aspettavano una bambina.

Quando la principessina nacque, erano felicissimi e fecero una festa con tutto il paese. Ma, come sempre capita nelle favole, si dimenticarono di invitare una vecchia strega solitaria che, poveretta, fino ad allora non aveva poi fatto del male a nessuno della famiglia reale.

Appena la strega sentì la felicità nel paese e seppe della festa, si arrabbiò moltissimo e con un balzo apparve dentro al castello, ma le guardie le impedirono di entrare senza l'invito. Allora la strega giocò d'astuzia: disse loro che avevano le scarpe slacciate e questo non andava per niente bene per delle guardie del re!, così quelle vanitose si chinarono per legarsele e lei entrò.

Leggi tutto...

amore-amiciziaQuesta è una storia accaduta tantissimi anni fa
é molto triste
Molti anni fa..........
una nonna raccontava al suo piccolo nipotino chiamato Eroe
una favola
dove le diceva che in un vecchio casolare
abitava un uomo chiamato Amicizia con una donna chiamata col nome amore

Leggi tutto...

matite-colorateGuardate bimbi
alzate gli occhi
tenetevi tutti le mani

bianchi neri
gialli verdi blu
saranno i colori 

Leggi tutto...

charlie-hebdo

silenzioBianca neve che scende dal cielo,
come un vestito candido,
quando cade a terra
sboccia come un fiore.

L'orchestra dei fiocchi
suona una musica silenziosa:

Leggi tutto...

bambino-amava-nataleInverno 1898.

Mancavano pochi giorni al Natale a Francoforte.

Le luci colorate degli addobbi facevano da cornice ai negozi lungo le vie del centro di quell’incantevole città.

I profumi di cioccolate calde e biscotti natalizi appena sfornati provenivano dalle graziose pasticcerie.

La gente camminava per le strade, avvolte da lunghi cappotti e sciarpe di lana per coprirsi dalla temperatura gelida, godendosi quella magica atmosfera.

Queste erano le emozioni e le sensazioni che percepiva il piccolo Werner guardando il quadro nella sua cameretta, davanti al quale era solito sognare.

Leggi tutto...

dolce-carboneBabbo Natale ce l'ha fatta! Anche quest'anno s'è compiuto il prodigio; in una notte soltanto è riuscito a portare un giocattolino ad ogni bambino, che in ogni angolo della terra lo aspettava al calduccio nel proprio lettuccio.

Evviva! Babbo Natale può finalmente prender tre giorni di ferie, prima di pensare ai preparativi per l'anno a venire e, di filato, va a fare windsurf alle Maldive.

Le feste però non sono finite! Cari bambini state tranquilli, perché... col sacco pieno di dolci, chi arriva aggrappata a una scopa di notte con le scarpe che son tutte rotte?

È proprio lei, la cara Befana che vola soave nel cielo ammantato di stelle e vi riempie le calze di caramelle.

Leggi tutto...

come-chiama-vecchietta-befanaIn un casolare molto vecchio
tanti anni fa viveva una bambina
non aveva nulla con cui giocare
e non aveva neppure delle amichette 


perchè viveva in un posto molto

ma molto lontano, isolato dal mondo
dove era impossibile arrivarci 


Così se ne stava tutto il giorno da sola

dentro la sua stanzetta

non le voleva bene nessuno, perchè era molto brutta
aveva i peli sul viso ed un nasone grande grande

Leggi tutto...

trottolinoQuesta è la storia di un bambino di nome Enrichetto, sei anni, due occhioni scuri e una testolina di capelli neri, molto intelligente ma un po' troppo vivace.

Una disperazione per mamma e papà e anche per le maestre: non riesce a stare seduto in classe o a tavola per più di un minuto! Sempre in movimento, questo è il motivo per il quale è stato affettuosamente soprannominato Trottolino.

- Ora basta Enrichetto! Siediti e mangia la minestra, altrimenti diventa fredda! - urla la mamma.

- Stai fermo Trottolino! Non riesco a capire una sola parola del telegiornale! - tuona il papà.

- Enrichetto! Stai seduto al tuo posto e termina il compito assegnato! - dice la maestra.

Lui non lo fa per capriccio o per dispetto, proprio non ci riesce. A volte diventa triste, perché non si sente all'altezza dei suoi compagni di scuola e vorrebbe dare più soddisfazioni ai suoi genitori. Una sera d'estate, durante le tanto attese vacanze scolastiche, Enrichetto insieme ai suoi amici passano davanti un magnifico boschetto. Uno di loro, però, vede in lontananza del fumo.

Leggi tutto...

specchio-borisBoris era un bambino come tanti altri. I suoi 9 anni non gli pesavano più di tanto e passava le sue giornate leggendo, giocando, guardando la tv e divertendosi con i suoi amichetti. La sua mamma e il suo papà gli volevano un gran bene, come tutti i genitori del resto con i propri figli: insomma, tutto sembrava rientrare in quella normalità familiare che è consuetudine nella nostra società.

Un giorno, purtroppo molto triste, il suo ultimo nonno ancora in vita si ammalò gravemente. Quando il dottore uscì dalla sua stanza dopo la sua ultima visita a domicilio, parlò con i genitori di Boris i quali a capo chino ed affranti dal dolore si rivolsero al bambino seduto mestamente in disparte, come se avesse già capito che c'era ben poco da fare.

- Boris, il nonno vorrebbe parlarti. - disse la mamma al filgio.

Con molto indugio e lanciando qualche sguardo dubbioso ai suoi genitori, Boris aprì lentamente la porta entrò nella stanza del nonno.

- Oh, caro Boris ! - esclamò con voce fioca il nonno .... - scusa se è un po' buio ma, sai, il dottore è un tipo un po' pignolo e non ama che si sprechi troppa luce in occasioni come queste. -

Leggi tutto...

cavallo-bianco-contessa-katrinaNatale 1915. La Prima Guerra Mondiale fa diventare nemici anche gli amici di lungo tempo.

I bulgari residenti in Turchia sono in fuga verso la loro patria di origine.

In un paese della Bulgaria, la giovane e bella contessina Katrina Ivani si sporge dal balcone della sua casa, attirata dai rumori che salgono dalla strada: sono gli zoccoli dei cavalli che risuonano sul duro selciato, seguiti dalle ruote dei carri.

E' una carovana che ha lasciato dietro di sé il confine turco. Molti cavalieri ammirano la contessina, le rivolgono inviti, sperano che lei lanci un fiore, ma il cuore della ragazza si infiamma solo quando appare un cavaliere su un cavallo bianco.

Leggi tutto...